Ladri a scuola, razzia di computer e tablet

Incursione notturna alla scuola Leopardi, già "visitata" lo scorso maggio e a due passi dalla palestra incendiata la scorsa settimana. Danni per 6.000 euro

Ancora furti nelle scuole. Tocca nuovamente alla elementare Leopardi, già "visitata" lo scorso maggio e a due passi dalla palestra di via della Repubblica danneggiata dalle fiamme di un rogo doloso la scorsa settimana. Episodio accaduto nella notte tra mercoledì 9 e giovedì 10 novembre. Ad accorgersi sono state le bidelli all'apertura del mattino. I ladri sono entrati scassinando la porta principale, allarmata solo in caso di uscita per evitare l'allontamento dei bambini. Rovistando in giro hanno trovato 9 computer (tra cui alcuni nuovi) e poi si sono dedicati alla macchina del caffé, aperta e ripulita del suo fondo cassa. 

Sul posto, al mattino, i carabinieri della Tenenza che hanno posto sotto sequestro la macchina del caffè. Potrebbero esserci le impronte digitali degli autori o di uno degli autori del colpo. I danni sono stati quantificati in 6mila euro. Il Comune lo scorso settembre aveva annunciato il potenziamento della videosorveglianza per gli edifici pubblici. In particolare le scuole. Telecamere che sono già state acquistate ma che non sono ancora entrate in servizio. Oltre al bis alle Leopardi, gli altri raid di quest'anno hanno colpito la media Giulio Cesare, la vicina materna Peter Pan, la materna Rodari di via Italia, l'Aquilone di Castelferretti, le Zambelli e l'elementare Dante Alighieri a Falconara Alta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento