Rilancio del centro storico di Falconara, un successo il primo forum al Centro Pergoli

In tanti hanno partecipato all'incontro, alla presenza dell'assessore Clemente Rossi: ecco gli obiettivi e il calendario del prossimi appuntamenti

Il primo incontro al Centro Pergoli di Falconara

FALCONARA - In tanti hanno partecipato, venerdì 20 dicembre, al primo forum pubblico al Centro Pergoli. Il forum ha dato il via al Piano attuativo del centro, dopo il suo riconoscimento come realtà storica della città, con i suoi monumenti novecenteschi, le case d'epoca e il habitat marinaro. L’incontro, a cui hanno partecipato l’assessore all'Urbanistica Clemente Rossi e l’architetto Giovanni Marinelli, progettista incaricato dal Comune, ha permesso di delineare gli indirizzi fondamentali su cui il Piano potrà svilupparsi.

Seguiranno, nell'arco di tre mesi, 7 incontri pubblici, riferiti ad altrettanti isolati, in modo da raccogliere le indicazioni di residenti, operatori economici, professionisti, associazioni e imprese commerciali di tutti i settori interessati alla vita del centro. Gli incontri si svolgeranno tutti al Centro Pergoli alle 18. Il primo giovedì 16 gennaio verterà su piazza Europa, il secondo martedì 28 gennaio sulla galleria commerciale e sul parco Kennedy, il terzo giovedì 6 febbraio si concentrerà su piazza Gramsci e sul nodo servizi. Ci saranno altri incontri martedì 18 febbraio (il tema sarà il centro commerciale naturale di piazza Garibaldi), giovedì 27 febbraio (recupero dell’asse storico di via IV Novembre), martedì 10 marzo (asta attrezzata per la sosta urbana a servizio del centro e del mare), giovedì 19 marzo (la stazione porta urbana dell’area metropolitana Medio Adriatica) e martedì 31 marzo (la porta nord verso la nuova Marina).

L'obiettivo degli incontri è quello di riassumere e mettere a sistema le idee e le propensioni che nascono direttamente dalle esigenze dei cittadini, di modo che il Piano di iniziativa pubblica possa essere attivo e realistico. Particolare interesse hanno destato la proiezione di alcuni filmati di realizzazioni similari già attuate in alcune zone e quartieri popolari di Roma e della Sicilia. L'esperienza ha dimostrato che si può rinnovare, rendere attraenti e vivibili angoli di città, apparentemente degradate, con l'apporto delle idee e del contributo fattivo di chi ci abita  e con l'impiego di fondi finanziari contenuti. Il contributo e l'amore per il proprio territorio dei residenti è il carburante necessario per andare a segno. «I giovani progettisti da tempo impegnati, coordinati da Marinelli, e i tecnici degli uffici comunali del settore tecnico e urbanistico – spiega l’assessore Rossi – sono a disposizione per accompagnare questo progetto, con la loro consulenza e la loro capacità di farlo diventare effettivo, per offrire ai cittadini una città luogo di incontro, di affari e di miglio utilizzo del tempo libero». Entro la prima metà del 2020 il Piano attuativo di iniziativa pubblica verrà portato alla approvazione del Consiglio comunale. «Una grande opportunità – sottolinea ancora Clemente Rossi – di valorizzazione e rilancio del  per tutto il territorio falconarese, che combina ristrutturazioni edilizie, esercizi commerciali rinnovati, nuovo arredo urbano e luoghi pubblici riammodernati». Particolare attenzione dovrà essere dedicato ad un Piano connesso per la Mobilità Sostenibile, che prefiguri le indicazioni di un sistema di parcheggi pubblici in varie zone urbane, sistemi di trasporto avanzati, incentivazione dei mezzi pubblici a basso impatto ambientale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane si toglie la vita lanciandosi contro un treno, disagi sulla tratta ferroviaria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Terribile frontale, nuovo bollettino: «Il bambino è ancora in condizioni critiche»

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Un male incurabile le ha spento il sorriso, la città piange Carla Fraboni

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

Torna su
AnconaToday è in caricamento