rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca Falconara Marittima

Ciao San Ciriaco, tocca a Falconara con la Madonna del Rosario

L'8 maggio falconarese tra manifestazioni civili, religiose, feste e mercatino. Il vicesindaco Signorini: «Consegneremo anche i fondi raccolti ai terremotati»

Archiviato il San Ciriaco anconetano, tocca alla vicina Falconara celebrare la sua Patrona. L'8 maggio è infatti il giorno della Beata Vergine Maria del Rosario, al quale è intitolata la principale chiesa cittadina. Uffici pubblici e scuole chiuse e mix di iniziative tra religiose e civili con tanto di conferimento delle Benemerenze Cittadine 2017 e la consegna dei fondi raccolti in favore delle popolazioni terremotate ai sindaci di Arquata del Tronto, Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera. Con ordine. Intanto, da domani, sabato 6, parte Falconara in Fiore, mostra mercato di piante e fiori tra piazza Mazzini e l'area pedonale di via Bixio. Animerà il centro cittadino fino a lunedì 8. Domenica 7 alle 20, come lo scorso anno in occasione del Giubileo, partirà un pellegrinaggio dalla chiesa di Sant'Andrea Apostolo a Castelferretti fino alla chiesa del Rosario. Automobilisti, prendre nota: il traffico sarà bloccato, in concomitanza con il passaggio dei fedeli, da via Mauri lungo l'asse composto dalle vie Giordano Bruno, Marconi, Bottego, Fratelli Rosselli, Leopardi e Gobetti. Il giorno successivo, alle 18.30, prenderà vita invece il corteo religioso per le vie cittadine. Tradizione vuole che il quadro della Madonna del Rosario, copia di quello venerato a Pompei, donata nel 1892 dalla nobildonna Carolina Tanfani Olivastri, venga portato in processione. I falconaresi appendono alle finestra un drappo celeste con, al centro, una grande M blu.

I riti civili anticiperanno quelle religiosi. L'8 mattina, a partire dalle 10.30, alla Sala Consiliare del Castello di Falconara Alta, il sindaco Brandoni conferirà le benemerenze cittadine al ricercatore Mirco Fanelli, a Maria Teresa Tarsi (commerciante meglio conosciuta come L'Americana) e al gruppo di autori castelfrettesi di presepi de “La magia del presepe”. I riconoscimenti cittadini sono stati valutati e decisi dal consiglio comunale dopo la presentatura di candidature da parte di cittadini e associazioni. Sempre al Castello, alle 11.30, il sindaco Brandoni consegnerà il ricavato di varie iniziative benefiche (le Amatriciane in piazza di Falconara e Castelferretti, AffettAmo a Castelferretti, una mostra fotografica e Il Palcoscenico del Cuore) ai sindaci di  Arquata del Tronto, Visso, Ussita e Castelsantangelo sul Nera, colpiti dal terremoto: 13.800 euro delle due Amatriciane andranno ad Arquata mentre per gli altri tre sono stati raccolti 2.300 euro a Comune. «Una Patrona dal significato particolare – spiega il vicesindaco Stefania Signorini – dove il filo conduttore è quello della solidarietà e della collaborazione tra Comune, associazioni e cittadini che ci ha permesso di raccogliere una cifra davvero considerevole. Anche per via del fatto che tutte le materie prime sono state offerte gratuitamente da privati e quindi non hanno inciso sul ricavato finale». Nel pomeriggio, dalle 15 al parco Kennedy, si svolgerà invece una festa dedicata alle famiglie con giochi, animazione, spettacoli teatrali e gonfiabili. Per tutti i partecipanti la possibilità di fare merenda al parco grazie allo stand della proloco Falconamare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciao San Ciriaco, tocca a Falconara con la Madonna del Rosario

AnconaToday è in caricamento