Falconara, scoperto traffico di farmaci dopanti: arrestato un farmacista

L'accusa al professionista è di ricettazione e compravendita illegale di farmaci. Le scatole sono risultate erano prive delle "fustelle" che servono per il rimborso da parte del sistema sanitario nazionale

PERUGIA - L'indagine anti-doping dei Nas di Perugia - coordinati dalla Procura del capoluogo - si è arricchita di un nuovo arresto: in manette è finito - oltre che il culturista perugino di 35 anni - anche un farmacista di Falconara che sarebbe parte integrante del sodalizio criminale. Nella sua abitazione i Nas hanno trovato un "deposito abusivo di farmaci dopanti".

Ben trenta scatoloni. L'accusa al professionista è di ricettazione e compravendita illegale di farmaci. Le scatole sono risultate erano prive delle "fustelle" che servono per il rimborso da parte del sistema sanitario nazionale. Si cerca di capire la provenienza di questi prodotti. Perquisita anche la farmacia dell'indagato. 

L'uomo, dopo la convalida dell'arresto di questa mattina, è tornato in libertà in attesa del processo. La difesa sostiene però, che i farmaci trovati nell'abitazione del 35enne, erano di proprietà del padre, titolare della farmacia fino a due anni fa. Inoltre, sempre secondo i legali del farmacista, quei farmaci non sarebbero mai stati commercializzati, ma tenuti da parte in caso di stretta necessità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

Torna su
AnconaToday è in caricamento