Spiagge libere, scattano i controlli dei volontari: altolà agli assembramenti

L’assessore Clemente Rossi: «Il monitoraggio della Società nazionale di salvamento di Falconara partirà nel weekend»

L'assessore Clemente Rossi sulla spiaggia di Falconara

Partirà da sabato prossimo, 20 giugno, l’impegno della Società Nazionale di Salvamento di Falconara per il monitoraggio del litorale. I volontari saranno presenti nelle spiagge libere sulla base di un accordo con il Comune. «Non si tratterà di controlli improntati all’intransigenza, ma raccomandiamo ai bagnanti il massimo scrupolo» dice l’assessore Clemente Rossi che ha coordinato l’organizzazione dell’accesso all’arenile. «La presenza dei volontari servirà principalmente a fare da supporto ai bagnanti – continua Rossi – per guidarli nelle nuove regole dettate dall’emergenza sanitaria».

Il Comune a inizio stagione aveva già affisso una serie di segnali informativi lungo il litorale, a cui nei giorni scorsi se ne sono aggiunti altri per le spiagge libere: con una grafica semplice e accattivante si è voluto rendere più esplicite le misure in vigore, come l’obbligo di mantenere una distanza di almeno 3,5 metri tra il palo di un ombrellone e l’altro e di due metri tra teli da mare, sdraio e lettini. Alle indicazioni offerte dalla segnaletica si aggiungeranno quelle che saranno fornite dagli uomini della Società nazionale di salvamento, che saranno riconoscibili dalla loro divisa. I controlli saranno svolti tutti i weekend fino al 20 luglio, poi il servizio diventerà quotidiano fino a dopo Ferragosto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«A differenza di altri Comuni costieri – dichiara ancora l’assessore Rossi – Falconara ha evitato di limitare l’accessibilità all’arenile. Il mare è un luogo in cui vivere il tempo libero, sempre nel rispetto delle norme a tutela di se stessi e degli altri. Ringrazio la Società nazionale di salvamento per la collaborazione offerta anche in questo frangente». Le nuove regole per frequentare l’arenile sono state in parte mutuate dalla normativa regionale per quanto riguarda il distanziamento, in parte decise dal Comune di Falconara per semplificare la permanenza in spiaggia, come la suddivisione in due aree distinte, una più a monte destinata agli ombrelloni e una vicino alla riva per chi arriva solo con teli da mare, sdraio e lettini. Lo stesso assessore Clemente Rossi ha compiuto sopralluoghi lungo il litorale per valutare al meglio la nuova organizzazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento