Schiamazzi e violenze, dopo l'accoltellamento il Questore chiude un altro bar

Va specificato che in capo al proprietario del locale non vengono contestate dirette responsabilità sugli eventi accaduti

Polizia e carabinieri chiudono il bar

Chiuso un bar in piazza Mazzini a Falconara per motivi di ordine pubblico. La decisione del Questore Claudio Cracovia è arrivata dopo quanto avvenuto sabato sera scorso. Il locale ha visto la sospensione della licenza per un periodo di 30 giorni, proposto dalla tenenza dei Carabinieri, che hanno stilato un dettagliato rapporto, ripercorrendo gli ultimi mesi di attività dell’esercizio.

Tra questi il 3 novembre scorso quando una donna litigava animatamente con il fidanzato per poi scagliare all’interno del locale una ciotola porta zucchero, per poi vedere l’arrivo di altri uomini in una rissa che portò la donna all’ospedale. E nel settembre 2017 quando un uomo prima si scatenava all’interno del locale perché pretendeva di bere alcol, per poi aggredire fino all’arresto per resistenza a pubblico ufficiale. E ancora numerose segnalazioni pervenute dai cittadini falconaresi per schiamazzi ed il disturbo, anche in pieno giorno. Ora il bar potrà rialzare la saracinesca dopo ferragosto, fermo restando che eventuali recrudescenze, potrebbero comportare anche la revoca definitiva della licenza.

Va specificato che in capo al proprietario del locale non vengono contestate dirette responsabilità sugli eventi accaduti, che superano il comportamento del singolo commerciante per tutela dell’interesse pubblico.

Non é la prima volta che un provvedimento colpisce un esercizio di Falconara. Infatti, già nell’agosto scorso, a finire nel mirino dei militari era stata una pizzeria in via fratelli bandiera. Poi, nei primi giorni dello scorso maggio, i militari ottennero anche la contemporanea chiusura di due noti kebab di fronte alla stazione ferroviaria per un periodo di 15 giorni, sempre per motivi di ordine e sicurezza pubblica. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il lungomare sommerso da acqua e detriti, danni ingenti a ristoranti e stabilimenti

  • Scoppia una cisterna, uomo travolto dall'esplosione: tragedia sfiorata in azienda

  • Insetti, avanzi di cibo e dipendenti in nero, arrivano i carabinieri: il ristorante chiude

  • Dramma al Salesi, muore il feto ma i medici salvano la vita della madre

  • Caos in tabaccheria per un Gratta e Vinci, scoppia una lite: arrivano i carabinieri

  • Segano le sbarre di una finestra, ladri in pasticceria: «Siamo blindati ma non basta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento