Cronaca

Brunetti Comandante, ma per l'associazione vigili la nomina è illegittima

Il presidente regionale dall'Anvu, Roberto Benigni scrive al Comune per farsi inviare l'atto di nomina ma avverte: incarico vietato dalla legge regionale

Alberto Brunetti sarebbe incompatibile con l'incarico di comandante della Polizia Municipale. Questo, almeno, stando alla denuncia di Roberto Benigni, a sua volta al comando dei vigili di Numana e presidente regionale dell'Anvu, l'Associazione Nazionale dei Vigili Urbani. Benigni cita la legge regionale vigente che, all'articolo 12, spiega che il ruolo di comandante «è incompatibile con lo svolgimento di altri compiti o incarichi all’interno dell’ente di appartenenza, compresa la dirigenza di settori che non siano quelli della polizia locale». Brunetti, già dirigente del Comune per Servizi Sociali, Scuola, Sport e Cultura, era stato indicato dal sindaco Brandoni proprio perché consentiva di non aumentare il numero dei dirigenti («con 27mila abitanti non possiamo averne più di 4» disse Brandoni il giorno della presentazione) e per non aumentare le spese nel bilancio comunale. 

Il sindaco ha fatto sapere di essere tranquillo della nomina concordata, a quanto pare, dopo aver consultato anche la Prefettura. Benigni dal canto suo vuole andare a fondo. Ha inviato una missiva al segretario comunale per avere copia dell'atto di nomina, l'attribuzione delle funzioni, le motivazioni che hanno consentito di superare il contrasto normativo e il «perché non si è ricorsi alla graduatoria esistente per l’attribuzione di funzioni espletata a seguito di prova selettiva». Insomma, dopo mesi di comando vacante, con un vice sulla scranno più alto e in attesa di un accordo mai realizzato con Ancona per la figura unica, davvero non sembra trovare pace il Comando falconarese di Palazzo Bianchi.

Infatti arriva anche l'attacco da parte della minoranza. Il capogruppo del Partito Democratico Franco Federici ribadisce come «dopo la brutta figura di un accordo andato in fumo con il Comune di Ancona per un Comandante part-time, oggi il Sindaco Brandoni comunica che per risparmiare ha nominato un Dirigente interno al Comune a Capo dei vigili urbani, scelta che poteva fare sin dall'inizio. Il tutto impreziosito dalla notizia che assumerà quattro persone a tempo determinato fino alla fine dell'anno e predisporrà un bando per l'assunzione di 3 o 4 dipendenti a tempo indeterminato part-time verticale (18 ore alla settimana o sei mesi all'anno) da destinare alla Polizia locale. Dulcis in fundo doterà il Comando dei vigili di due nuove auto a metano, prese con un contratto di noleggio a lungo termine. Un bell'esempio di programmazione improvvisata e di gestione inefficiente. Dopo oltre otto anni di governo della città, Brandoni cerca di mettere toppe provvisorie per tirare a campare, quando poteva da e per tempo, mettere mano ad una riorganizzazione della macchina comunale, in concomitanza con la esternalizzazione della gestione di quasi tutti i servizi comunali e delle strutture pubbliche locali, per trovare risorse e personale da destinare a tale settore».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brunetti Comandante, ma per l'associazione vigili la nomina è illegittima

AnconaToday è in caricamento