Cronaca Falconara Marittima

La festa di quartiere paga la manutezione del parco, installata un'altalena per disabili

Torna "Ce vedemo in pista?" e continua l'impegno dell'associazione Aranciò. Intanto il Comune installa un'altalena per disabili mentre i volontari pensano a un raddoppio

Tre giorni di musica, giochi e stand gastronomici al parco Carletti di Case Unrra. Quinta edizione ma non cambia la filosofia di fondo degli organizzatori che, anche quest'anno, devolveranno l'incasso per abbellire il parco adiacente lo stadio Roccheggiani. Torna "Ce vedemo in pista?" la manifestazione organizzata dall'associazione Aranciò da oggi, venerdì 1 settembre, a domenica 3. Stessa formula, fatta di giochi, animazione per bambini, area ristoro, intrattenimento musicale, ampliata quest'anno a tornei di minivolley organizzati da Star Volley e Volley Game. Tutto il ricavato della manifestazione sarà destinato alla sistemazione di giochi esistenti nel parco. «Già – spiega Ilenia Orologio, Aranciò – abbiamo iniziato da soli sistemando tavoli e panche. Abbiamo chiesto un preventivo per far fare la manutenzione dei giochi perché più economico rispetto a comperarne di nuovi». I nuovi riguardano i disabili. Uno lo ha acquistato e installato il Comune su suggerimento proprio dell'associazione. La spesa la volevano sostenere i volontari ma era troppo alta. Alla fine i 5740 euro, comprensivi di acquisto, trasporto, montaggio e posa in opera, li ha messi il Comune. L'altalena per disabili in carrozzina è stata già piazzata ma, ad ogni modo, Aranciò ha intenzione di realizzarne un'altra di fianco grazie anche a una donazione dal Gruppo Amici per lo Sport (quelli della Nonno&Nipote, ndr). 

Qualche dubbio ci viene dal fatto  che le due altalene sono posizionate proprio dietro la porta da calcetto della pista. Disabili bersagliati da piedi che non centrano lo specchio? Speriamo di no. Intanto si procede con la festa e la soddisfazione è tanta. Il Carletti diventa il primo parco cittadino senza barriere architettoniche. «Vista la forte volontà di realizzare questo obiettivo da parte dei ragazzi del quartiere e per il valore che ha questa altalena in se, come assessorato ho subito deciso di sostenere l’intera spesa. Da tempo ci dedichiamo al tema della disabilità». Ringraziamenti ai volontari di Aranciò sono arrivati dal vicesindaco Stefania Signorini e dall'assessore ai Lavori Pubblici Matteo Astolfi. «Mi rende felice che la sensibilità dell’amministrazione verso i diversamente abili sia condivisa da Aranciò e Gas – ha commentato la Signorini -. Questa collaborazione con le associazioni del territorio credo sia un valore aggiunto per il nostro Comune. Un percorso che acquisisce sempre maggiore forza grazie a risultati importanti. Stesso discorso per il volontariato attivo di Falconara che organizza iniziative, come questa festa, e si spende per mantenere e migliorare questa grande area verde».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La festa di quartiere paga la manutezione del parco, installata un'altalena per disabili

AnconaToday è in caricamento