Terremoto, chiuse le cuccette del treno: famiglie nelle strutture ricettive

A fare il punto della situazione è il sindaco della città Giancarlo Sagramola: «Si è provveduto a sistemare tutte le famiglie nelle varie strutture ricettive»

Le cuccette che ospitavano gli sfollati

FABRIANO - «Da ieri (lunedì 14 novembre) sono state chiuse anche le cuccette del treno che, fin dai primi giorni dell’emergenza, ha ospitato al caldo tante persone con casa inagibile o con il terrore di tornare nella propria abitazione». A fare il punto della situazione è il sindaco della città Giancarlo Sagramola.

«Si è provveduto a sistemare tutte le famiglie nelle varie strutture ricettive - continua il primo cittadino - ad oggi le persone ospitate negli hotel del territorio sono n. 138, mentre gli altri si sono sistemati a casa di amici e parenti. A tal proposito, ricordiamo che rimane sempre operativa una convenzione con strutture alberghiere per ospitare famiglie con inagibilità. Per attivare il servizio di accoglienza alberghiera ci si deve rivolgere al Comune chiamando il numero 0732 709343 operativo negli orari di apertura degli uffici comunali ( lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13 e martedì e giovedì dalle 15.30 alle 18.00). Le strutture alberghiere che sono ancora interessate ad attivare una convezione possono rivolgersi allo stesso numero (0732 709343). Per chi ha scelto invece di provvedere autonomamente alla sistemazione del proprio nucleo familiare, nel sito istituzionale è disponibile l'avviso per la richiesta di contributi per l’autonoma sistemazione (CAS ) per coloro che hanno la propria abitazione inagibile, per avere maggiori informazioni sul contributo ci si può rivolgere all'Ufficio Servizio Sociali in Piazzale 26 settembre 1997 – tel. 0732 709221».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento