«Un'auto viaggia a folle velocità», sventato un raid di furti: banditi in fuga

I banditi hanno abbandonato l'auto, rubata lo scorso maggio a Todi. A bordo c'era un vero e proprio arnesale da scasso. In corso le indagini

Le immagini della refurtiva

FABRIANO - Sventano un raid di furti, mettendo in fuga una banda che stava entrando in città a bordo di un’autovettura di grossa cilindrata. E' scattato mercoledì sera il blitz da parte dei Carabinieri di Fabriano.

Tutto è iniziato da una segnalazione. Un'Audi A4 stava transitando a forte velocità lungo la ex SS76, nei pressi di Fabriano Ovest, compiendo sorpassi azzardati. A bloccarla è stata una gazzella dell'Arma. Gli occupanti dell'auto hanno tentato quindi la fuga a piedi, cercando di nascondersi nella fitta boscaglia di Valleremita. Approfittando del buio i tre sono riusciti a sottrarsi alla cattura, sebbene in zona fossero nel frattempo confluite altre pattuglie. L’Audi A4, a cui i ladri hanno anche cambiato colore, era stata rubata a Todi lo scorso mese di maggio, mentre le targhe utilizzate erano state rubate agli inizi di novembre a Santa Maria Degli Angeli (PG), da un’autovettura analoga. All’interno sono stati trovati diversi arnesi da scasso, tra cui una smerigliatrice elettrica (solitamente utilizzata per aprire piccole casseforti domestiche), piedi di porco e mazze. Inoltre i Carabinieri hanno trovato due radio ricetrasmittenti utilizzate dalla banda per comunicare tra loro. L’autovettura era stata segnalata nei giorni scorsi nelle zone in cui sono stati commessi alcuni furti in abitazione, sia in provincia di Ancona che nel pesarese ed altri territori delle regioni limitrofe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento