rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca Torrette / Via Conca

Ex centrale latte, la petizione prosegue e i residenti: social housing e centri sportivi

«Apprendiamo con soddisfazione la decisione del sindaco però andiamo avanti con la raccolta firme, ci sono molte persone che vogliono firmare e crediamo sia giusto dare loro possibilità» dicono i residenti

La Mancinelli frena sulla variante urbanistica alla ex centrale del latte a Torrette, ma questa notizia, seppur ben accolta, non ferma la petizione lanciata dall’associazione “Stop degrado Torrette” che, nel frattempo, ha raccolto più di 1.500 firme per dire no ad un nuovo centro commerciale in via Esino. Petizione che, dopo aver raggiunto un numero più che soddisfacente, sarà consegnata alle forze politiche e istituzionalI della città: non solo sindaco, assessore alla salute e consiglio comunale ma anche alla Prefettura di Ancona. Il traguardo, almeno 2mila firme, sembra dietro l’angolo, anche perché ci sarebbero ancora centinaia di residenti pronti a legittimare la posizione dell’associazione torrettana, che rilancia: «Per la ex centrale del latte chiediamo che l’amministrazione valuti la possibilità di residenze a canone agevolato e centri di aggregazione sportiva» spiega Teresa Dai Prà per conto del direttivo del gruppo. Dunque social housing che, in altri tempi e altri quartieri, aveva incontrato la protesta di chi era convinto di vedere il proprio quartiere riempirsi di cittadini stranieri. «Stupidaggini - hanno ribadito i cittadini riuniti - Chiediamo solo appartamenti per chi vuole una casa ma non ha la possibilità di pagare 800 euro di affitto al mese e comunque tra queste ci sono tante famiglie anconetane». 

Dunque nessuna “tregua” alla giunta da parte dei torrettani che vanno avanti con il loro progetto. «Apprendiamo con soddisfazione la decisione del sindaco però andiamo avanti con la raccolta firme, ci sono molte persone che vogliono firmare e crediamo sia giusto dare loro possibilità - fanno sapere dall’associazione - Proprio alla luce di questi numeri ribadiamo come la nostra associazione non rappresenti affatto 4 gatti come ha detto qualcuno, ma tanti cittadini e non solo di torrette, di Ancona. Speriamo che il sindaco ci dia udienza e ascolto, aspettiamo questa nuova assemblea pubblica per valutare con lei le proposte inserite nella petizione e ci auguriamo che prosegue il dialogo con tutto il quartiere». Avanti tutta dunque con l’obiettivo primario che resta solido: smaltire tutto l’amianto delle aree abbandonate di Torrette.

SCARICA LA PETIZIONE QUI SOTTO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex centrale latte, la petizione prosegue e i residenti: social housing e centri sportivi

AnconaToday è in caricamento