rotate-mobile
Cronaca Falconara Marittima / Castelferretti

Evade dai domiciliari: «Avevo sete, sono andato a comprare due birre»

Sorpreso in flagranza di reato all'uscita dal supermercato, l'uomo ora rischia il carcere

Era detenuto ai domiciliari, i carabinieri di Falconara lo hanno trovato a Castelferretti mentre usciva da un negozio di alimentari con due birre da mezzo litro l’una. 

Colto in piena flagranza, il 35enne nigeriano non ha potuto giustificare il suo comportamento in altro modo che ammettendo di non aver resistito ad un’improvvisa sete di birra. Accusato in passato di oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, questa volta ha tenuto un comportamento collaborativo. Rischia comunque di tornare in carcere se il giudice dovesse accogliere la richiesta di aggravamento della pena avanzata dal comando falconarese. Nel frattempo è stato nuovamente collocato in detenzione domiciliare a Castelferretti, dove già si trovava ospite del fratello, così come disposto dal pubblico ministero di turno. Lo straniero, in Italia dal 2008, risulta destinatario della cosiddetta “protezione sussidiaria”, ovvero di quel particolare istituto che ricorre in mancanza del riconoscimento dello status di rifugiato. Questa circostanza ricorre quando il rimpatrio del cittadino potrebbe mettere in grave grave pericolo la sua persona.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari: «Avevo sete, sono andato a comprare due birre»

AnconaToday è in caricamento