rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca Genga

Esce per passeggiare ma scivola in un dirupo: il frate non torna in albergo e scattano le ricerche

 La centrale operativa della Protezione Civile ha attivato intorno alle 1,45 la squadra di Ancona del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e speleologico e i Vigili del Fuoco

GENGA - Brutta disavventura per un frate francescano di 86 anni residente ad Avezzano. Lunedì era scattato l'allarme dopo il suo mancato rientro in una struttura alberghiera vicino alla Gola di Frasassi. Era salito a Genga per le terme.  

Il prelato si era allontanato, dopo aver pranzato, per fare una passeggiata. Un altro religioso, non vedendolo rientrare e non potendolo raggiungere telefonicamente, ha avvisato i carabinieri del posto temendo il peggio. La centrale operativa della Protezione Civile ha attivato intorno alle 1,45 la squadra di Ancona del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e speleologico e anche i Vigili del Fuoco. Le squadre, supportate dalla presenza dell’unità cinofila con un cane molecolare del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, si sono mosse per le prime ricerche nel raggio di un chilometro dal luogo di partenza del disperso. L'uomo è stato ritrovato alle 4 del mattino su una scarpata laterale nei pressi di un ponte. Era caduto e non riusciva più a muoversi e neppure a risalire il pendio. Ad attirare l'attenzione dei soccorritori sono state le sue grida. Raggiunto da tutte le squadre presenti e trovato in buone condizioni, è stato stabilizzato ed affidato all’ambulanza del 118 per i necessari accertamenti. Una storia a lieto fine. Il frate francescano infatti è potuto tornare, già ieri pomeriggio, alle terme con gli altri confratelli. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce per passeggiare ma scivola in un dirupo: il frate non torna in albergo e scattano le ricerche

AnconaToday è in caricamento