La spiaggia che non c'è più, scatta la protesta e nasce il comitato

Sul lungomare di Marina di Montemarciano si teme che i soldi stanziati dalla Regione non portino a scogliere come a Falconara. Manifesti bianchi attaccati ai balconi

gli striscioni appesi

Oltre 12 milioni di euro stanziati dalla Regione per proteggere il litorale martoriato di Marina di Montemarciano. Rimasto ai minimi termini dopo le mareggiate del mese scorso che hanno spazzato via la costa, danneggiato anche la strada, mettendo a repentaglio le attività di ristorazione presenti. Per non parlare dell'attività dei balneari che, in qualche tratto, da tempo hanno dovuto rinunciare a lettini e ombrelloni. Ora il rischio è che quei soldi non vadano per proteggere la spiaggia ma per un ripascimento che, dicono i cittadini, senza difesa sono soldi buttati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E così è nato il comitato Ultima Spiaggia che si riunirà per la prima volta sabato mattina. Intanto, attaccati ai balconi delle case sul lungomare, sono stati affissi striscioni con scritte che non lasciano spazio a dubbi: "Scogliere subito", "Regione ascolta i tuoi cittadini", "Basta spreco di denaro pubblico", "28 anni di soldi buttati a mare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento