Eroina nascosta nel cappello da baseball: arrestato uno spacciatore di 57 anni

Quando i Carabinieri lo hanno fermato è diventato nervoso e così i militari hanno scoperto la droga nascosta. Per lui scatta anche la multa perché era fuori casa senza giustificazioni

Arrestato per spaccio di eroina. La nascondeva nel cappello da baseball. Scattano le manette per un 57enne di Jesi che ha tentato di raggiungere Ancona dalla sua abitazione con 4 grammi di eroina nascosta appunto nel copricapo. Lo jesino è stato fermato questa mattina nel quartiere degli Archi dai Carabinieri del Norm di Ancona durante un servizio di pattugliamento del territorio disposto per la verifica del rispetto delle misure restrittive imposte per limitare la diffusione del coronavirus. L’uomo era alla guida della sua fiat Panda in via Marconi quando i Carabinieri gli hanno dato l’alt per verificare le ragioni del suo spostamento.

Il 57enne però ha iniziato a mostrare segni di agitazione e di insofferenza alle domande dei Carabinieri, non dando valide giustificazioni. Così il suo atteggiamento non è sfuggito ai militari, i quali insospettiti hanno proceduto a un controllo accurato del veicolo. L’uomo è stato sottoposto a perquisizione personale e l’auto è stata passata al setaccio dai carabinieri che hanno trovato 4 grammi di eroina nascosti in un cappello da baseball, mentre in una delle tasche dei pantaloni hanno rinvenuto 340 euro in contante, provento dell’attività di spaccio.

I militari hanno proceduto anche alla perquisizione nella casa dello jesino, dove hanno trovato cocaina nascosta dentro un mobile della cucina, sostanze per tagliare lo stupefacente, un involucro con tracce di eroina e 9 flaconi di metadone, oltre a una busta con dentro supposte di glicerina, solitamente utilizzate dai corrieri della droga per evacuare eventuali involucri ingeriti con l’obiettivo di eludere i controlli di polizia. La droga e il materiale rinvenuto sono stati sequestrati dal Norm, così come l’auto sottoposta a sequestro amministrativo. Per il 57enne è scattato l'arresto perché colto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il sostituto procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Ancona lo ha rimesso in libertà non ritenendo di chiedere l’applicazione delle misure coercitive.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato denunciato per essersi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sanitari per accertare l’eventuale guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, inoltre i militari lo hanno sanzionato elevando una multa di 533 euro per la violazione delle misure di contenimento imposte dall’emergenza covid-19. Nei suoi confronti è scattato anche il foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel territorio del Comune di Ancona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Addio all'architetto D'Alessio, ex assessore: era presidente del Parco del Conero

  • Covid-19, nelle Marche impennata di ricoveri e pazienti in terapia intensiva

  • Droga in casa, bimbo ingerisce cocaina e va in ospedale: genitori e nonni in arresto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento