Le emozioni dell'Olimpico per i giovani dell'Atletica Osimo

Per il secondo anno consecutivo l'ASD Atletica Osimo ha organizzato la trasferta per Roma in occasione del "Golden Gala Pietro Mennea" del 5 giugno, tappa italiana della Diamond League di atletica leggera

Per il secondo anno consecutivo l'ASD Atletica Osimo ha organizzato la trasferta per Roma in occasione del "Golden Gala Pietro Mennea" del 5 giugno, tappa italiana della Diamond League di atletica leggera.

Ed anche quest'anno ha aderito all'invito degli organizzatori, rivolto ai Comuni d'Italia, per la partecipazione al "Palio dei Comuni", una staffetta "12 x 200" che si svolge nel primo pomeriggio, in attesa della scesa in pista dei campioni. Dodici ragazze e ragazzi, nati negli anni 2000 - 2001 - 2002 hanno rappresentato il Comune di Osimo, sfidando altre 160 squadre provenienti dall'intera nazione: Angelica Ghergo, Roman Lorenzetti, Irene Pesaresi, Ionut Manolache (assente, è stato sostituito all'ultimo momento), Giulia Tonti, Simone Romagnoli, Nicole Pizzichini, Alessandro Colonnini, Giuseppe Baldinelli, Carolina Giorgi, Aurora Ghergo, Emanuele Ghergo. L'emozione di trovarsi sulla pista dello Stadio Olimpico ha lasciato presto spazio all'emozione della sfida: i nostri atleti hanno dimostrato di tenere molto alla gara, sicuramente caricati dall'entusiasmo dell'istruttore Luca che li ha accompagnati in campo. E sentire lo speaker dello stadio pronunciare il nome di "Osimo", in lotta per le prime posizioni, ha procurato un'ulteriore emozione. "Li vedevi che non mollavano, che ci tenevano a non perdere la posizione conquistata", è stato il commento dell'altro accompagnatore, il dirigente Sergio. Per la cronaca, la squadra di Osimo ha corso in 10^ batteria, arrivando al quinto posto con il tempo di 6'18"4, classificandosi intorno alla 45^ posizione.

E dopo la gara, tutti sulle gradinate a ricevere i meritati complimenti dei genitori e degli altri componenti della comitiva, in attesa di assistere, in serata, ad un altro spettacolo, quello offerto dai campioni di questo splendido sport. Nel fine settimana, l'impegno più importante che ha coinvolto l'ASD Atletica Osimo è stata la partecipazione ai Campionati Italiani Juniores - Promesse di Torino. Tre rappresentanti della categoria juniores (del Team Atletica Marche) avevano conquistato il diritto di partecipare: Manuel Nemo nel salto in alto, Simon Nguimeya nel salto triplo e Silvia Verolo nei 100 m. hs. Miglior risultato per Nemo, settimo (2.00 m. in finale; 1.98 in qualificazione); ottavo posto per Nguimeya (14.44 in finale; 14.65 in qualificazione); quindicesima Verolo con il tempo di 16.27. L'orario delle gare, il gran caldo e la formula organizzativa in genere, non hanno certo favorito gli atleti partecipanti ed i risultati ne hanno risentito, in negativo.

Altro appuntamento di rilievo, il "Brixia Meeting", incontro per rappresentative tenuto a Bressanone: tra i convocati in squadra, anche gli osimani della TAM Gianluca Re, quattordicesimo nel lancio del peso (12.42), Caterina Santoni, quattordicesima nell'alto (1.47) e Debora Baldinelli, quindicesima negli 800 m. (2.30.23). Avvicinandoci a casa, domenica pomeriggio lo stadio Comunale di Castelfidardo ha ospitato la 2^ prova del Campionato Regionale "5 Cerchi", riservato alla categoria ragazzi/e. Alcuni "reduci" dal Golden Gala, gli iscritti dell'Atletica Osimo: Alessandro Colonnini nei 60 e nel vortex; Angelica Ghergo nel lungo e nel vortex; Emanuele Ghergo nei 60 e nell'alto; Carolina Giorgi nei 1.000 m. e nel vortex; Simone Romagnoli nel vortex e nell'alto; Giulia Tonti nei 1.000 m e nel vortex. Da segnalare il quarto posto di Giulia nel vortex, il sesto posto di Angelica nel lungo ed il sesto posto di Emanuele nell'alto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • I rifugi di montagna più belli delle Marche

Torna su
AnconaToday è in caricamento