menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Don Vinicio Albanesi e la Presidente Laura Boldrini

Don Vinicio Albanesi e la Presidente Laura Boldrini

La Boldrini a Fermo: «Uccidere per il colore della pelle è più grave di qualsiasi altro motivo»

La Presidente della Camera dei Deputati è arrivata a Fermo per partecipare al funerale di Emmanuel Chidi Namdi, il giovane nigeriano ucciso dopo esser estato picchiato da un fermano di 39 anni

«Chi uccide per il colore della pelle fa una cosa ancora più grave di chi uccide per altri motivi perché quel modo di fare potrebbe insisnuarsi nella nostra società e allora vivremmo tutti peggio e questo non lo vogliamo per cui arginiamo il fenomeno razzista quando si manifesta». A chi lamenta che se fosse morto un italiano non ci sarebbe stato questo clamore, risponde così la Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, arrivata a Fermo per partecipare al funerale di Emmanuel Chidi Namdi, il giovane nigeriano ucciso dopo esser estato picchiato da un fermano di 39 anni. (GUARDA IL VIDEO)

LAURA BOLDRINI. La Boldrini arriva insieme a Don Vinicio Albanesi e prosegue: «Dobbiamo capire quello che c’è dietro un omicidio. Quando c’è una visione di società per cui ci sono cittadini di sere A e serie B, allora quell'omicidio è ancora più grave ed è necessario che le istituzioni rispondano con la propria presenza. Tutto è nato da una terrificante battuta razzista che non possiamo sottovalutare ma anzi dobbiamo stigmatizzare. Dobbiamo riconoscere i messaggi di odio. Sono qui per essere vicino alla giovane compagna di Emmanuel, per dimostrare solodarietà a Don Vinicio e alla comunità di Fermo. Ma anche per mandare messaggio a nostri connazionali: noi non vi lasceremo soli, non permetteremo che la nostra societá si inquini con il razzismo, siamo qui per proteggervi da questo virus che si sta insinuando nella nostra società». E chi parla di una passerella politica? «Ma quale passerella? Io sono qui perchè rappreento il mio paese insieme a tante altre autoirtà. Peggio sarebbe stato non venire qui. Per questo ho deciso di istituire una Commissione a Montecitorio contro l'odio, fatta di parlamentari ed esperti. Fermo non è luogo razzista per questo siano vicino alle autorità nella battaglia contro il razzismo e chi minimizza parlando di una battuta goliardica fa una cosa molto grave che rispediamo al mittente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento