rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Sprechi d’acqua, si corre ai ripari: dopo l’ordinanza ecco le pulsantiere a tempo per le fontane

L’obiettivo è quello di contingentare l’uso in un momento di grande delicatezza. Per i trasgressori multe fino a 500 euro

ANCONA- Ancona entra ufficialmente nella fase anti-spreco per quel che concerne l’acqua. Il momento è di massima delicatezza e, per questo motivo, occorre raddoppiare gli sforzi da parte di tutti. Dopo l’ordinanza del sindaco Valeria Mancinelli, che invitava la cittadinanza ad una sempre maggior attenzione in questo senso limitando il consumo idrico (sarà in vigore fino al 30 settembre con multe fino a 500 euro per i trasgressori), sono imminenti le installazioni delle pulsantiere a tempo che riguarderanno fontane ed erogatori pubblici. I dispositivi sono stati già ordinati (presto entreranno nelle disponibilità del Comune) e dopo l’ok della Giunta diventeranno effettivi.

L’intervento riguarderà anche gli stabilimenti balneari da Palombina al Passetto in relazione a docce e fontane per il lavaggio dei piedi post-spiaggia. Alcuni casi particolari riguardano la Fontana dei Due Soli al porto antico, quella di piazza Diaz e quella di piazza Salvo d’Acquisto che utilizzano già il riciclo dell’acqua. Per quelle di piazza Cavour e piazza Stamira, invece, c’è già un dispositivo orario per l’attivazione. La Fontana dei Cavalli e quella delle Tredici Cannelle, infine, sono già inattive.

L'ordinanza – tecnicamente - impone si dovrà limitare l'irrigazione e l'annaffiatura di orti, giardini e prati, consentendola per non più di tre giorni alla settimana ed escludendo l'intervallo dalle 7 alle 22. Vietato il lavaggio dei cortili e dei piazzali, salvo per i servizi pubblici di igiene urbana, con la raccomandazione di effettuare tali attività dopo il tramonto, così come resta vietato anche il lavaggio privato di veicoli. Come detto, per i trasgressori previste multe fino a 500 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sprechi d’acqua, si corre ai ripari: dopo l’ordinanza ecco le pulsantiere a tempo per le fontane

AnconaToday è in caricamento