Cronaca

Mondo dell'arte in lutto, è morta Elsa Volpini: la vita nei suoi acquerelli

Originaria di Fano ma residente dal Dopoguerra a Falconara aveva incantato tutti con la sua tecnica pittorica e partecipato a numerose mostre personali e collettive. Aveva 92 anni, in un libro autobiografico la tragedia dell'occupazione nazista

Elsa Volpini a una mostra

La tecnica dell'acquerello per descrivere le immagini che vedeva attorno a sé, la penna per raccontare la memoria e ciò che è accaduto affinché non posso più risuccedere. Il mondo dell'arte piange la scomparsa di Elsa Volpini, pittrice originaria di Fano ma residente dal Dopoguerra a Falconara Marittima. La donna si è spenta oggi all'età di 92 anni. I funerali sono stati fissati per venerdì 21 settembre alle 15 alla Chiesa del SS Rosario. Cittadina Benemerita di Falconara nel 2011 la Volpini era molto conosciuto in ambito artistico per i suoi acquerelli. Centinaia sono le sue apparizioni in personali e collettive organizzate sia a Falconara che nel resto della provincia.

Da giovane, durante l'occupazione dell'Italia da parte dei nazisti, aveva vissuto momenti drammatici. Due soldati erano entrati nella casa colonica dove viveva con i genitori. Quando l'avevano vista la volevano sequestrare e lei, temendo le sevizie, si era buttata da una finestra ed era scappata. Per rappresaglia i soldati sequestrarono i genitori e diedero fuoco alla casa. Tutte memorie raccolte nel libro autobiografico "Era una piana fertile e ghiaiosa", edito nel 2004. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondo dell'arte in lutto, è morta Elsa Volpini: la vita nei suoi acquerelli

AnconaToday è in caricamento