Elisoccorso notturno, il servizio non decolla: «Bloccato dai ricorsi delle aziende»

Piergiorgio Fabbri, consigliere regionale M5S, denuncia i ritardi: «Verrebbe attivato solo a Fabriano, mentre ad Ancona resterebbe l'attività diurna»

L'eliambulanza di Torrette

Il servizio notturno dell’elisoccorso sarebbe bloccato dai ricorsi di aziende che hanno partecipato al bando. A sostenerlo è Piergiorgio Fabbri, consigliere regionale M5S.

«In questo momento potrebbe essere attivato esclusivamente a Fabriano - spiega -. Manca, dopo anni, il numero sufficiente di elisuperfici idonee al servizio. Leggendo nei giorni scorsi del “grande” traguardo raggiunto nell’aver dotato la regione di un servizio di elisoccorso anche notturno attivato in ben due postazioni, abbiamo scavato tra gli atti regionali (DGR 1322/19) scoprendo che l’appalto per l’erogazione dei servizi, tanto attesi dai cittadini, è bloccato dall’ennesimo ricorso di una società concorrente alla gara. Leggendo poi bene tra le righe, si scopre che il servizio di volo notturno sarebbe attivato solo in corrispondenza di Fabriano, mentre ad Ancona resterebbe il solo servizio diurno». 

Aggiunge Fabbri: «A dimostrare l’insussistenza del servizio promesso è lo stesso Ceriscioli che afferma sulla stampa che “è in fase esecutiva l’adeguamento impiantistico e strutturale di 27 elisuperfici per renderle, anch’esse, operative al volo notturno, e la realizzazione di altre sette per coprire tutto il territorio regionale”. Già due anni e mezzo fa avevo presentato un’interrogazione in Regione per denunciare i ritardi nell’attivazione del servizio e ancora si trova ad alta quota, senza riuscire ad atterrare tra i cittadini. La politica degli annunci ormai è una tecnica obsoleta che i cittadini hanno individuato da tempo e alla quale si sono già dimostrati refrattari. Il fallimento della politica sanitaria regionale è da anni sotto gli occhi di tutti e chiunque ne è ormai consapevole: non saranno sufficienti alcuni mesi per porvi rimedio e non si intravvede alcuna correzione. Nel frattempo, l’entroterra resta sguarnito dei necessari servizi sanitari». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sale sull'altare completamente nuda e urla come un'indemoniata: chiesa sgomberata

  • Entra in negozio e stacca il dito del titolare a morsi, poi scappa e viene arrestato

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Si prostituiscono in casa, gli agenti si fingono clienti e le scoprono: donne nei guai

Torna su
AnconaToday è in caricamento