rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca

Nave con i Covid, Eliantonio (Fratelli d'Italia): «Subito un Consiglio comunale»

«Vanno date risposte ai cittadini e agli operatori portuali nelle sedi opportune, il sindaco avvii i lavori della Commissione fermi da due mesi»

«Non siamo contrari alla possibilità che una nave battente bandiera italiana possa attraccare in un porto italiano in modo tale da permettere a chi risulti essere positivo al Coronavirus di essere curato, ma a condizione che tutte le perplessità degli anconetani e degli operatori portuali vengano chiarite nelle sedi opportune, proprio per tranquillizzare tutti: sappiamo anche che ci sono una quarantina di nostri connazionali a bordo». E’ il pensiero di Angelo Eliantonio, consigliere comunale di Fratelli d'Italia. 

«Siamo in un periodo di emergenza, ricordiamolo sempre, per questo è assolutamente impensabile che i lavori di Commissioni e Consiglio comunale siano fermi da quasi due mesi. Tutti sanno che chi governa questa città non aspettava occasione migliore per liberarsi delle istituzioni democratiche e del confronto con le opposizioni, ma non crediamo che questo sia un atteggiamento responsabile nei confronti degli anconetani che, comprensibilmente, in questo periodo vanno tutelati con notizie chiare e rassicuranti. Ad esempio, al netto delle notizie positive relative alla gestione dei contagiati che non dovrebbero aver bisogno di ospedalizzazione, vogliamo capire come saranno smaltiti i residui organici, i tessuti e i rifiuti personali dei passeggeri». 

«C'è poi la necessità da parte di tanti operatori portuali, che nonostante la fase difficile continuano a garantire i traffici: hanno bisogno di capire con certezza se questo approdo non interferirà con l'operatività del nostro scalo - continua Eliantonio -. Infatti nell'area antistante al previsto ormeggio c'è il Punto di Ispezione Frontaliero, dove vengono effettuati controlli veterinari su pesci, molluschi e crostacei destinati alla grande e piccola distribuzione. In questa area vengono movimentati dai 30 ai 50 containers a settimana. Verrà garantito normalmente l'accesso dei mezzi destinati ai controlli Pif per fornire un celere servizio di sdoganamento? Tralasciando poi le dovute cautele relative alle misure di sicurezza sanitaria che dovrebbero essere scontate, vogliamo capire quale sarà il preciso piano di intervento. Tutti temi che devono essere affrontati con urgenza dalla terza Commissione Porto e dal Consiglio comunale». 

Eliantonio (Fratelli d'Italia): «Subito un Consiglio comunale»

Nave con 130 Covid, il sindaco: «Ecco perché hanno scelto Ancona» 

Crociera con i Covid, scatta la task force

Italia Nostra: «Perché proprio Ancona? Sulla rotta anche Palermo o Bari»

Costa Crociere: «Sbarcherà solo chi potrà tornare a casa»

La nave partita dalla Spagna, a bordo un centinaio di casi 

Nessuno la voleva, attraccherà ad Ancona la nave con i casi Covid 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nave con i Covid, Eliantonio (Fratelli d'Italia): «Subito un Consiglio comunale»

AnconaToday è in caricamento