Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Falconara, commerciante non paga il pizzo e viene aggredito: due arresti

Uno dei due era ancora davanti al negozio ed è stato subito fermato, mentre l'altro tentava ala fuga con il coltello in mano. E' stato inseguito dalle gazzelle a sirene spianate e dopo poco è stato fermato e costretto ad arrendersi ai militari dorici

Gazzella dei Carabinieri del Norm

Erano settimane che perseguitavano il commerciante che ha la sua attività davanti alla stazione. Ieri finalmente i carabinieri del Nucleo Operativo di Ancona, guidati dal tenente Marco Ruffini, hanno arrestato due cittadini tunisini: C.S. di 30 anni E A.T. di 29. Sarebbero stati proprio loro ad entrare ogni settimana nel negozio pretendendo di avere un pagamento da parte dell’esercente che, in cambio, avrebbe ottenuto tranquillità. In caso contrario avrebbe assistito al suo negozio mentre veniva fatto a pezzi. Il commerciante fino a ieri aveva sempre pagato quella sorta di pizzo: 50 euro per ogni suo collaboratore. Poi ieri i due sono tornati.

Era ormai tardi quando i malviventi si sono presentati nel negozio, dove c’era il proprietario e un commesso. «Dacci i soldi se no la facciamo pagare a te e la tua famiglia». Un’estorsione in piena regola a cui questa volta il commerciante ha tentato di sottrarsi, provocando la reazione violenta dei due tunisini, che hanno preso le prime bottiglie capitate a tiro e si sono avventati contro la loro vittima. Gli hanno spaccato i vetri addosso mentre lo minacciavano con un coltello da cucina. Per fortuna in quegli istanti, il dipendente ha avuto la freddezza di allontanarsi per chiamare il 112. Immediato l’intervento dei carabinieri anconetani. Uno dei due tunisini era ancora davanti al negozio ed è stato subito fermato, mentre l’altro tentava ala fuga con il coltello in mano. E’ stato intercettato dalle gazzelle a sirene spianate. Un inseguimento durato molto poco, per cui il complice è stato costretto a gettare la lama a terra e consegnarsi ai militari che hanno fatto scattare le manette. Ora i giovani extracomunitari sono accusati di tentata estorsione e dovranno rispondere di questo di fronte al Gip, in occasione della convalida dell’arresto che si terrà nelle prossime ore. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara, commerciante non paga il pizzo e viene aggredito: due arresti

AnconaToday è in caricamento