Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Falconara: spacciavano il "fumo" per il Primo Maggio: due arresti

I carabinieri della tenenza di Falconara hanno effettuato due arresto e una segnalazione. I primi riguardano il giro di spaccio di stupefacenti e la seconda riguarda una donna che avrebbe rubato in un supermercato facendo perdere le proprie tracce

In previsione del prossimo ponte del Primo Maggio gli investigatori avevano ipotizzato una maggiore richiesta di stupefacente e così i carabinieri di Falconare, guidati dal comandante Roberto Frittelli, hanno operato una serie di controlli, dalla Stazione Ferroviaria al Parco Kennedy, fino il lungomare. Arrestati due tunisini C.W e C.A. di 25 e 19 anni, residenti nel maceratese per spaccio di droga.

Ieri i militari in borghese notavano un’auto sospetta nei pressi della stazione con a bordo due tunisini. Viaggiavano ad un’andatura particolarmente lenta lungo via Flaminia nei pressi della stazione ferroviaria. I due guardavano i passanti con insistenza quasi a voler richiamare la loro attenzione. Un atteggiamento sospetto che dava il là al blitz. L’immediata perquisizione scopriva che i due tunisini giravano con 1 etto di hashish, in parte nascosto negli slip ed in parte, già suddivisa in dosi, sul cruscotto dell’autovettura; il minuzioso controllo portava al rinvenimento di due bilancini di precisione e di un cellulare usato dai due per contattare i clienti. 

Non solo perchè sempre nella giornata di ieri i carabinieri segnalavano alla Procura di Ancona una 40enne di origni rom per furto di generi alimentari. Nota per il solito comportamento di rifornirsi gratis senza pagare alla cassa. La donna, dopo aver fatto acquisti nascondendo sia sotto gli indumenti che nelle borse, si presentano alle casse e, mentre i clienti erano in fila, lei se ne andava con strattonamenti e strafottenza facendo perdere le proprie tracce. Tracce recuperate poi dalle forze dell’ordine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falconara: spacciavano il "fumo" per il Primo Maggio: due arresti

AnconaToday è in caricamento