Cronaca Piazza Giuseppe Mazzini

Droga e rapina, espulso dal Paese dice ai militari: «Ci vediamo presto»

Queste le parole che ha pronunciato mentre veniva introdotto a bordo dell’autovettura che lo trasportava al CPR di Torino

E' stato trasportato presso il Centro di Permanenza per il Rimpatrio di Torino (corso Brunelleschi), il 23enne tunisino, arrestato domenica sera inpiazza Mazzini per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. L'uomo verrà imbarcato con il primo charter disponibile per la Tunisia. «Ci vediamo presto», queste le parole che ha pronunciato mentre veniva introdotto a bordo dell’autovettura che lo trasportava al CPR di Torino.

Al termine dell’udienza di convalida celebrata presso il Tribunale di Ancona nella tarda mattina di ieri, il Giudice, convalidando l’operato dei carabinieri, ha emesso il suo nulla-osta per le operazioni di rimpatrio obbligatorio. Il giovane, conosciuto con ben 5 (cinque) alias diversi, vantava numerosi precedenti di polizia per reati afferenti il traffico di stupefacenti, oltreché per rapina. Già lo scorso 24 febbraio era riuscito a sfuggire ad un Posto di Controllo operato dai Carabinieri di Falconara in via Flaminia, sottraendosi ai militari che avevano imposto l’alt all’autovettura che lo trasportava: anche in quell’occasione si era diretto presso l’arenile di Falconara dove era riuscito a far perdere le proprie tracce.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e rapina, espulso dal Paese dice ai militari: «Ci vediamo presto»

AnconaToday è in caricamento