Cronaca

Montemarciano, droga nel pane: arrestati dopo l'inseguimento

Quando uno dei due è uscito dalla panetteria, è scattato l'inseguimento dei Carabinieri che lo hanno braccato e arrestato. Inutile il suo tentativo di disfarsi dello stupefacente lanciando la pagnotta dall'auto in corsa

I due arrestati

Vendeva il pane, con dentro la droga. Infatti lui, P. T. 39 anni di Montemarciano, gestisce un forno. Proprio utilizzando quella copertura aveva consegnato la droga ad un suo complice: A. Z., 44 anni di Ancona, pedinato dai Carabinieri di Ancona in borghese. Sono stati proprio gli inquirenti a scoprire come dentro la pagnotta comprata da A. Z. ci fossero 2 chili di hashish e 50 grammi di cocaina.

E' successo tutto nel tardo pomeriggio di ieri, quando i militari si sono ritrovati davanti l’auto con a bordo il 44enne, che stava percorrendo la Flaminia in direzione nord. Si sono ricordati di come lui, già noto alle Forze dell'Ordine, non potesse guidare: era sprovvisto di patente. Lo hanno seguito e quando hanno visto che entrava in un forno di Montemarciano per poi uscirne con del pane, gli investigatori hanno capito che c’era qualcosa non andava. Chi si sposterebbe da Ancona a Montemarciano per comprare il pane? E così è stato istituito un posto di blocco per controllare A. Z. che, in un primo momento ha fatto per fermarsi, ma quando i Carabinieri sono scesi dall'auto, ha ingranato la marcia ed è fuggito. E’ così scattato l’inseguimento durato circa un chilometro. In quei minuti a tutta velocità per le vie della cittadina, il presunto spacciatore ha sterzato in una strada poco illuminata nel tentativo di seminare le gazzelle. A quel punto il 44enne è stato visto gettare via la busta col pane dall'auto in corsa. Ma ormai l’uomo era braccato dai Carabinieri, che alla fine lo hanno fermato e arrestato. Quando hanno recuperato il pane e lo hanno spezzato, ci hanno trovato dentro il fumo e la polvere bianca

Inevitabile il blitz alla panetteria del 39enne, dove i militari hanno scoperto un trolley con Tenente Francesco Masile - Maggiore Giovanni Russo-2dentro il resto della partita di droga: mezzo chilo di cocaina e 1 chilo di hashish. In totale 3 chili di droga leggera e mezzo chilo di coca per un valore che si aggira intorno ai 25mila euro. A quel punto sono scattate le manette anche per il fornaio.

Stamattina entrambi sono stati accompagnati in tribunale per i processo per direttissima. Gli avvocati hano chiesto i termini a difesa, mentre il giudice ha convalidato gli arresti, disponendo la misura cautelare dei domiciliari per entrambi, in attesa dela prima udeinza del processo fissata per il 10 dicembre, quando dovranno rispondere del reato di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montemarciano, droga nel pane: arrestati dopo l'inseguimento

AnconaToday è in caricamento