Antidroga, scatta l'operazione "Titano": 29 arresti e 40 indagati

L'operazione della Questura di Rimini è scattata all'alba. In corso 29 misure cautelari e 40 perquisizioni per droga, armi e banconote false. Arresti anche ad Ancona

E' scattata all'alba l'operazione 'Titano' della squadra mobile della Questura di Rimini. In corso 29 misure cautelari e circa 40 perquisizioni. Arresti anche a Milano, Agrigento, Pesaro ed Ancona.  L'operazione è focalizzata sullo spaccio in Riviera e le presunte attività poco chiare del Coconuts, sul quale è stata disposta la chiusura per 30 giorni, sia per lo spaccio di sostanze stupefacenti, che per alcuni episodi di violenza che lo hanno visto protagonista negli ultimi due anni. L'operazione è coordinata dallo Sco di Roma, indagini del pm di Rimini Paolo Gengarelli.

L’indagine, iniziata un anno fa e curata dal sostituto procuratore di Rimini Paolo Gengarelli,  ha permesso agli investigatori della Squadra Mobile di Rimini, in collaborazione con le Questure di Milano, Ancona, Ravenna, Pesaro ed Agrigento, di sequestrare oltre un chilo di cocaina e 23mila euro di banconote false.

Sul fronte anconetano la sezione Narcotici della Squadra Mobile della Questura dorica ha collaborato attivamente alle indagini, controllando due soggetti della organizzazione e residenti nella nostra provincia, che sono stati  monitorati dagli investigatori nel corso della attività illecita perpetrata per conto della organizzazione. A conclusione della attività investigativa, la Squadra Mobile di Ancona ha arrestato E.S. 29enne albanese residente nel quartiere Palombare, che su ordine del GIP è stato collocato in custodia cautelare in carcere a Montacuto; e R.C., 45enne residente a Rimini ma rintracciato a Loreto, che è stato collocato agli arresti domiciliari presso questa ultima dimora. Nel corso delle perquisizioni connesse alle catture i poliziotti anconetani hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro una bilancina di precisione e sostanza da taglio, utilizzate per il confezionamento al dettaglio di dosi.

L’operazione, chiamata “Titano” perché viveva a San Marino il primo spacciatore identificato,  ha portato, oltre che a 29 misure cautelari, a 40 indagati ed al sequestro di un kg di cocaina. I provvedimenti restrittivi della libertà emessi dal gip riguardano italiani e stranieri. L'operazione ha permesso di individuare ed evidenziare precise responsabilità a carico di tutti gli indagati i quali, a vario titolo, dovranno rispondere in concorso tra loro di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, spendita di banconote false, estorsione e porto abusivo di armi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento