Catena dello spaccio alla fermata dell'autobus, denunciati tre pusher

Il blitz degli agenti è scattato nel pomeriggio di mercoledì, quando i tre spacciatori erano da poco scesi da un autobus. Con loro aveva alcune dosi di eroina

Erano da poco scesi da un autobus di linea, fermandosi nella fermata di piazza Ugo Bassi. Poi avevano iniziato a parlottare nervosamente tra di loro come se stessero aspettando qualcuno. Non avevano fatto i conti con gli agenti di Polizia, che dopo averli tenuto d'occhio per un pò, ieri pomeriggio hanno fatto scattare il blitz. Protagonisti della vicenda tre spacciatori: un 38enne di Macerata, un 50enne di Caserta ed una 43enne di Ancona.

I pusher si erano dati appuntamento con i loro clienti proprio alla fermata dell'autobus di piazza Ugo Bassi, dove si sarebbe compiuta la compravendita di droga. Dopo aver intercettato da lontano lo scambio dello stupefacente, gli agenti hanno fatto scattare il blitz, identificando i tre pusher e sequestrando la droga: circa 11 grammi di eronia, oltre a fialette di acqua e siringhe. I tre infatti avevano organizzato una vera e propria "catena dello spaccio", dove la dona distribuiva le siringhe, il maceratese le fialette d'acqua ed il casertano la droga. I poliziotti dopo averli identificati, li hanno portati in Questura e denunciati per detenzione di droga ai fini di spaccio. Tutti e tre sono stati muniti di foglio di via obbligatorio dalla città, mentre i loro clienti, tutti maggiorenni e residenti nel capoluogo, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento