Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Fabriano

In trasferta a Cerignola per rifornirsi di droga, subito liberi i due pusher arrestati e trovati con 266 dosi

Il giudice ha convalidato l’arresto dei due fabrianesi trovati con la cocaina. Avevano cercato di corrompere i militari. Nessuna misura cautelare per loro. In auto c’era un etto e mezzo di sostanza stupefacente

FABRIANO - Subito liberi i due pusher arrestati giovedì a Cerignola. Il giudice del tribunale di Foggia ha convalidato l’arresto del 50enne e del 40enne fabrianesi finiti in manette giovedì scorso dopo essere stati fermati dai carabinieri. Non c’erano però le esigenze per le misure cautelari quindi hanno potuto prendere la strada del ritorno per Fabriano. Giovedì andavano di fretta, diretti a tornare a casa, a bordo di un’auto ma ad un posto di blocco la loro vettura era stata fermata per un controllo. Visto che non erano del posto i carabinieri avevano chiesto loro come mai si trovassero a Cerignola. Avevano farfugliato qualcosa di poco credibile così erano stati perquisiti. Nascosta in una intercapedine dell’automobile c’era cocaina, un etto e mezzo per ricavare circa 266 dosi.

I due fabrianesi avevano cercato di corrompere i militari. “Tenetevi tutto e noi ce ne andiamo”. Avevano allungato ai carabinieri anche i soldi che avevano con loro, 400 euro in due. I militari non avevano accettato e li avevano arrestati per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio e tentata corruzione. Erano finiti in carcere a Foggia - dove ieri l’arresto è stato convalidato - ma sono stati rimessi in libertà. Nell’udienza di convalida erano difesi dall’avvocato Ruggero Benvenuto. Il 50enne si è preso tutta la colpa dicendo che la droga era la sua. L’altro ha detto al giudice di non sapere che nell’auto ci fosse cocaina. Aveva solo accompagnato l’amico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In trasferta a Cerignola per rifornirsi di droga, subito liberi i due pusher arrestati e trovati con 266 dosi
AnconaToday è in caricamento