rotate-mobile
Cronaca Ponterosso / Via Giacomo e Sergio Russi

Benvenuti a “Dosso Varano”: sicurezza stradale sotto accusa, ma il quartiere si divide 

Una dozzina di rialzi, tra dossi artificiali e attraversamenti pedonali, in circa due chilometri di strada. Scoppia la polemica tra gli stessi residenti del quartiere

Dossi artificiali sì, dossi artificiali no. Siamo in via Giacomo e Sergio Russi, una strada che interseca via di Passo Varano. In circa due chilometri d’asfalto si contano una dozzina di rialzi, al punto che il gruppo Facebook “Noi di Passo Varano” è stato ribattezzato “Noi…quelli di Dosso Varano”. A richiamare l’attenzione sulla sicurezza stradale è Alberto Caporalini. Il residente spiega che per lui i sistemi chiamati a rallentare la corsa dei veicoli sono troppi e inefficienti: «La scorsa settimana ne hanno installato uno in via Russi, lungo via di Passo Varano invece ce ne sono 3 in successione. Un altro è in via Ave Ninchi che per me, come tutti gli altri dossi, è irregolare perché posto in una via dove passano autobus e mezzi di soccorso- spiega il residente- ce ne sono comunque altri in un fazzoletto di due chilometri, questo vuol dire che c’è in questa zona stato un accanimento inspiegabile tra dossi e attraversamenti pedonali rialzati». La strada è più sicura? «Non c’è una casistica di incidenti tali da giustificare queste installazioni- spiega Caporalini- le macchine che passano qui sopra vengono distrutte, inoltre chi corre continua a farlo. Il dosso di via Russi poi è in prossimità di una curva, se ci passi quando piove la macchina perde aderenza. Pensiamo a cosa può accadere a uno scooter». L’assessore alle Manutenzioni, Stefano Foresi, ha spiegato che i rialzi sono stati installati come stabilito da una mozione passata tempo fa in Consiglio Comunale su sollecitazione dei residenti. Sul gruppo Facebook del quartiere, alcuni consiglieri (Daniele Berardinelli, Gianluca Quacquarini e Massimo Mandarano) sono intervenuti spiegando che fu votata sì una mozione, ma che riguardava solo l’installazione di alcuni attraversamenti pedonali e non di dossi. 

C’è però chi è a favore delle installazioni, come Sergio Di Lodovico e Pino Marchetti. I due residenti sono in aperta polemica con chi ritiene eccessive le misure (GUARDA IL VIDEO) e si riferiscono, in particolare, al dosso di via Russi. A detta loro, scoraggerebbe gli automobilisti che arrivano in salita da Passo Varano a premere sull’acceleratore, evitando problemi ai residenti che escono da un’area condominiale: «Il Comune ha fatto una cosa buona- commenta Marchetti- se passate qui alle 8 di mattina vedete le macchine che sfrecciano. C’è il limite di 30 km all’ora, ma vanno anche a 80. Ora che c’è il dosso, a un certo punto rallentano». «Incidenti ce ne sono stati- ha concluso Di Lodovico- io stesso molte volte sono riuscito ad evitarli. Ogni volta che attraversi qui c’è un problema. Certo, con i dossi non si risolve tutto, ma sono sicuramente un buon deterrente». 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Benvenuti a “Dosso Varano”: sicurezza stradale sotto accusa, ma il quartiere si divide 

AnconaToday è in caricamento