Cronaca Fabriano

Commercio illegale di anabolizzanti, gruppo di amici bodybuilder nei guai

Frequentavano la stessa palestra, 6 ragazzi denunciati dai Nas

Sei bodybuilder nei guai per aver commercializzato medicinali ad azione dopante. Sono stati denunciati dai carabinieri del Nas di Ancona. Cinque di loro, tutti fra i 30 e i 35 anni, risiedono nei dintorni di Fabriano, dove frequentano la stessa palestra. Il sesto, invece, è un loro coetaneo romagnolo, sorpreso con gli anabolizzanti durante il Rimini Wellness e incastrato dalle intercettazioni telefoniche.

Secondo gli inquirenti, i 6 amici avrebbero posto in commercio, fuori dai canali ufficiali e con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, sostanze medicinali ad azione dopante di provenienza illecita e, pertanto, da ritenersi non sicure. Secondo gli inquirenti, alcuni le acquistavano su internet, altri direttamente in farmacia, tramite ricette mediche con timbri e firme contraffatti

La Procura di Ancona, avvalorando l'attività investigativa eseguita dagli uomini del Nas, ha disposto una serie di perquisizioni che sono state eseguite con la collaborazione dei carabinieri di Fabriano e che si sono concluse con il sequestro di 20 confezioni e 2 blister di sostanze/farmaci ad azione anabolizzante (tamoxifene, mesterolone, drostanolone, trembolone acetato, desametasone, metilprednisolone, gonasi, winstrol, trenbolone e letrozolo) per un valore stimato di circa 1000 euro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio illegale di anabolizzanti, gruppo di amici bodybuilder nei guai

AnconaToday è in caricamento