Cronaca Jesi

Picchia la moglie fino a mandarla in ospedale: allontanato da casa

Polizia di Stato, Asur e Autorità Giudiziaria hanno collaborato per salvare la donna in difficoltà, costretta a subire botte, minacce e insulti

Ancora un caso di violenza sulle donne. Gli agenti di polizia sono stati costretti ad eseguire la misura cautelare dell'allontanamento dalla casa familiare nei confronti di un uomo, 26enne originario del Bangladesh, responsabile di atti di violenza nei confronti della moglie. La notizia agli organi investigativi, è scaturita dalla segnalazione da parte dell’Asur di Jesi, che segnalava una donna in grave stato di disagio per problemi connessi alla convivenza con suo marito.

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, ha permesso di raccogliere informazioni sui maltrattamenti all’interno delle mura domestiche. La vittima era costretta a subire lesioni, percosse, ingiurie, minacce e molteplici atti di disprezzo e di offesa alla dignità, tali da provocare in lei un profondo senso di prostrazione morale e fisica. La donna, esasperata dai comportamenti e dalle azioni del marito, dopo il ricovero nella struttura sanitaria, aveva chiesto aiuto ai medici che si erano presi cura di lei. Di qui la segnalazione all’Autorità Giudiziaria che delegava la Polizia di Stato allo svolgimento delle indagini.

La vittima è stata quindi spostata in una struttura protetta designata dai Servizi Sociali, mentre gli agenti hanno raggiunto l'uomo a casa e applicato il provvedimento emesso dal Gip di Ancona. La sinergia tra tutti gli uffici presenti sul territorio ( Polizia di Stato, ASUR, Autorità Giudiziaria) ha assicurato la tempestiva risposta in termini di sicurezza ed efficacia dell’intervento, a tutela delle donne ed, in generale, delle possibili vittime di violenza.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la moglie fino a mandarla in ospedale: allontanato da casa

AnconaToday è in caricamento