Jesi: “Lasciate il bidone coi gratta e vinci o dovrò prostituirmi”

A riportare la vicenda è il Corriere Adriatico: una donna rovistava fra i tagliandi gettati via per trovare premi non riscossi, ma il titolare dopo aver preso una multa aveva tolto il secchio

Rovistava diligentemente nel secchio con i “Gratta e vinci” usati e gettati via, nella speranza di trovare – come ogni tanto succedeva – tagliandi con vincite non ritirate. Il titolare dell’attività, però – un bar-ricevitoria di Jesi – era stato multato perché i sacchi erano stati trovati fuori posto dalle autorità (probabilmente proprio in conseguenza del rovistare), e aveva deciso così di non lasciarli più incustoditi, per evitare di incorrere in altre sanzioni.

Il fatto – curioso se non fosse tragico – riportato dal Corriere Adriatico, è che pochi giorni dopo lo stesso titolare ha trovato una lettera anonima in ricevitoria, scritta proprio dalla persona che era solita “setacciare” la spazzatura: una donna. La signora ha spiegato che quell’entrata supplementare le consentiva di evitare di prostituirsi per arrivare a fine mese, e ha chiesto che tornassero ad utilizzare il cassonetto.  

Un’altra storia di ordinaria disperazione dettata dalla crisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, malore mentre si trova in acqua: muore un 69enne

  • Addio Tiziana, sconfitta da un male spietato: una vita dedicata al suo ristorante

  • Ladri scatenati, scappano con oro e Rolex: i residenti scendono in strada armati

  • Racconto-choc di una bimba in spiaggia: «Volevano rapirmi». Indagini in corso

  • Si lancia dalla finestra, trovato nudo in strada: anziano grave in ospedale

  • Riciclaggio e fallimenti pilotati, 12 arresti e 146 indagati: commercialista in carcere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento