Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Giovane mamma trovata morta in casa, l’autopsia conferma le cause del decesso

Conclusa nel tardo pomeriggio l’autopsia sul cadavere della ragazza trovata senza vita mercoledì scorso nel suo appartamento

A uccidere Jennifer Giuliani nel suo appartamento di Porto Recanati è stato un infarto. L’autopsia conclusa intorno alle 19,30 di oggi ha chiuso definitivamente il giallo escludendo le già minime possibilità di omicidio. La donna, stroncata ad appena 28 anni, viveva un periodo forte di stress dovuto a vicende personali che proprio il trasferimento da Roma a Porto Recanati avrebbe dovuto lenire. Il suo giovane cuore invece non ha retto. Già durante il primo sopralluogo nell’appartamento del River Village (GUARDA IL VIDEO) il medico legale Roberto Scendoni non aveva riscontrato alcun segno di colluttazione e la presenza del compagno della donna davanti ai carabinieri non aveva nulla a che vedere con la tragedia che si stava consumando in quegli istanti. 

La procura di Macerata ha comunque aperto un fascicolo con l’ipotesi di morte in conseguenza di altro delitto, ma si tratta di una formalità necessaria per poter procedere con l’autopsia e non risultano persone iscritte nel registro degli indagati. Della vicenda si sono occupati i Carabinieri e ora si attende solo il nulla osta della magistratura per poter restituire la salma ai familiari della giovane romana. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane mamma trovata morta in casa, l’autopsia conferma le cause del decesso

AnconaToday è in caricamento