menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Fuà, 46enne teneva coca in casa: “Lo faccio per vivere”

Quando è stata sorpresa con 46 grammi di cocaina nascosti in mansarda, la donna - già nota alle forze dell'ordine - ammesso candidamente di essere pusher suo malgrado, per colpa della crisi

Quando è stata sorpresa con 46 grammi di cocaina nascosti in mansarda, la 46enne di origine rom G. S. ha ammesso candidamente di essere pusher suo malgrado, per colpa della crisi. A riportare la notizia è il Messaggero: la donna, già nota alle forze dell’ordine anche per vicende legate all'usura, avrebbe infatti detto ai carabinieri venuti ad arrestarla che le servivano soldi per mantenere la famiglia, e siccome il marito aveva perso il lavoro e il Governo li aveva “messi in ginocchio con le tasse”, invece di commettere qualche furto come faceva di solito – ha ammesso anche qui senza problemi – ha voluto provare con lo spaccio.

I militari stavano seguendo la donna da un po’ di tempo e hanno monitorato il viavai di persone legate all’ambiente dell’utilizzo degli stupefacenti, e quando sono stati sicuri hanno effettuato un blitz nell’appartamento della nomade a Brecce Bianche, in via Fuà. Dopo aver passato al setaccio gli ambienti e non aver trovato nulla gli uomini dell’arma sono passati alla perquisizione della mansarda, dove hanno rinvenuto lo stupefacente all'interno di un borsello nero custodito all'interno di un armadio. Trovati anche materiale da confezionamento e un bilancino di precisione.

Di fronte alle prove la donna ha ammesso di operare attività di spaccio nella zona di Ancona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento