Cronaca

Via Appennini, donna aggredita dai cani: parla il padrone del branco

L'uomo, dopo aver pubblicamente chiesto scusa ed essersi detto pronto ad assumersi ogni responsabilità, ha spiegato come quei cani non hanno mai avuto comportamenti simili in passato e che comunque non è assolutamente intenzionato ad abbondare i suoi cani

Giuseppe Iannolo

Parla Giuseppe Iannolo, il padrone dei cani corsi Zeus e Tigre che domenica scorsa hanno aggredito una donna di Ancona di 61 anni, arrivata in ospedale con delle lesioni gravi al braccio e alla spalla. L’uomo, dopo aver pubblicamente chiesto scusa ed essersi detto pronto ad assumersi ogni responsabilità, ha spiegato come quei cani non hanno mai avuto comportamenti simili in passato. «I miei corsi non sono cani cattivi e non mi hanno mai dato dei problemi». E infatti la ricostruzione più plausibile è che i due molossi siano scattati di fronte ad un richiamo del piccolo pinscher Rintintin (il cane che per primo avrebbe aggredito la 61enne) seguendo l’istinto di proteggere il più piccolo del branco. Dunque, semmai, sarebbe il pinscher ad essere sul banco degli imputati. «Il pinscher qualche problema me lo aveva dato in passato - prosegue Iannolo - Ma questo è dovuto perché nel corso del tempo  ci sono delle persone che lo hanno maltrattato fino anche a prenderlo a calci. Io sono dell’opinione che la gente deve ancora capire quali siano le esigenze e le caratteristiche dei cani. Se nessuno avesse mai infastidito o istigato il mio pinscher, che per natura abbaia molto da dietro il cancello di casa nei confronti di chi passa, non si sarebbe incattivito». 

Ma al di là  di tutto, anche lo stesso Iannolo ammette la sua ingenuità per quanto accaduto alla 61enne ed è per questo che non cerca alibi e ha già detto di essere a disposizione della vittima. «E’ stata una fatalità. Ho aperto il cancello e non mi sono ritrovato il guinzaglio che era sempre lì a due passi dal cancello. Quando sono tornato indietro è successo tutto. se avessi sentito qualcosa sarebbe bastato un minimo cenno anche da lontano per fermare i cani. Comunque io di certo non abbandono i miei cani ma ora starò più attento a tenere dentro casa il cane piccolo».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Appennini, donna aggredita dai cani: parla il padrone del branco

AnconaToday è in caricamento