«Vorremmo fare una donazione», tentata truffa al parroco: denunciato un 55enne

Nel corso delle indagini gli investigatori, seguendo anche i contatti IP del computer con il quale il truffatore si era collegato, hanno potuto individuare la postazione del pc

Foto di repertorio

Tenta la truffa con la scusa di una donazione alla parrocchia, ma il parroco non ci casca e avvisa la polizia. E' quanto accaduto ad Osimo dove gli agenti di Polizia del Commissariato hanno denunciato un 55enne del Molise per tentativo di frode informatica commessa ai danni di un sacerdote osimano.

Tutto è nato a seguito della segnalazione ricevuta da un parroco di Osimo che lamentava di essere stato contattato da un individuo che preannunciava di perfezionare un cospicuo lascito alla parrocchia da parte della defunta madre, chiedendo in anticipo alcune migliaia di euro da depositare su una carta di credito, a fronte delle spese legali. I poliziotti, seguendo le tracce delle comunicazioni virtuali inviate al sacerdote, sono riusciti ad individuare l'uomo, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine per aver commesso analoghi reati ai danni di parrocchie e varie comunità religiose. Nel corso delle indagini gli investigatori, seguendo anche i contatti IP del computer con il quale il truffatore si era collegato, hanno potuto individuare la postazione del computer che risultava collegato ad un'abitazione della romagna. Per fortuna la vittima, che si era subito rivolto alla Polizia, ha potuto salvaguardare il suo denaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento