Sono giocatori di football ma anche donatori dell'Avis, ora scendono in campo per la vita

Il progetto “Scendiamo in campo per la vita” è voluto dall’associazione Dolphins Veterans Ets insieme all’Avis di Numana

I ragazzi dopo la loro prima donazione

Sabato 26 ottobre, al centro trasfusionale dell’ospedale regionale Torrette di Ancona, diretto dal Dottor Gianluca Riganello, 10 ragazzi, di età compresa tra i 19 e i 29 anni, appartenenti alla società sportiva di football americano GLS Dolphins Ancona e iscritti alla sezione Avis di Numana, hanno effettuato insieme la loro prima donazione, come nuovi donatori e come squadra.

Il progetto “Scendiamo in campo per la vita”, voluto dall’associazione Dolphins Veterans Ets insieme all’Avis di Numana, vuole unire la forza dello sport ai valori della solidarietà per sensibilizzare i giovani non solo alla donazione di sangue ma, attraverso questa pratica, al loro ruolo attivo nel sociale e nell’attenzione al prossimo. I ragazzi si sono dimostrati subito disponibili e interessati abbracciando con entusiasmo la causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento