Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Falconara Marittima

Fermato per controlli dà il documento del cugino ma aveva la patente sospesa: assolto

L’uomo, 42 anni, era a processo per falsa attestazione d'identità a pubblico ufficiale. Per il giudice “il fatto non sussiste”

FALCONARA - Pensava di cavarsela, facendo vedere come documento la carta d’identità di un altro, il cugino, che aveva in foto nel suo cellulare, perché sprovvisto di documenti di riconoscimento proprio quando, al volante di una Bmw, è stato fermato dai carabinieri del Norm. Quella persona del documento in foto però aveva la patente sospesa e quindi non poteva guidare. Il trucchetto era finito male per un 42enne tunisino, residente a Falconara, che non solo è stato mandato a casa piedi per via del documento sospeso che i militari credevano suo ma è stato anche denunciato ed è finito a processo davanti al giudice Carlo Cimini per falsa attestazione d'identità a pubblico ufficiale.  Ieri è stato assolto perché “il fatto non sussiste”. Era difeso dall'avvocato Filippo Paladini. L’imputato era stato fermato lungo la Flaminia il 26 settembre del 2022, vicino alla stazione. Non aveva con sé nessun documento cartaceo o in tessera da far vedere ai militari.

Così aveva mostrato la foto della carta d’identità del parente spacciandosi per lui. In tribunale aveva testimoniato un carabiniere che era stato presente al controllo. Aveva riferito come dalla foto non si capiva bene che non fosse lui perché molto simili i due parenti. Ad ogni modo i militari avevano preso la targa del veicolo, sequestrandolo e invitando il 42enne a presentarsi il giorno dopo in caserma con i documenti in mano. Non lo ha mai fatto. A distanza di mesi, il vero proprietario del documento, ha ricevuto dalla prefettura la revoca della patente perché aveva violato il divieto di non guidare. Rimasto sorpreso è andato dai carabinieri della Tenenza e solo lì si è capito l'errore. L'uomo aveva sporto denuncia. Visionate le telecamere della stazione era stato riconosciuto il 42enne, già noto alla Tenenza. Ieri dovevano testimoniare altri testimoni ma nella ricostruzione dei fatti si è fatta confusione in aula e il giudice lo ha revocato tutti uscendo con una sentenza di assoluzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato per controlli dà il documento del cugino ma aveva la patente sospesa: assolto
AnconaToday è in caricamento