Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Collemarino / Via Redi Francesco

Via Redi, Ancona lascia il divieto ma i falconaresi lo snobbano

I cartelli di divieto restano esposti, ma l'assenza di controlli sul confine tra Falconara e Ancona libera di fatto il tratto di strada. Questa mattina siamo stati sul posto e abbiamo contato 458 mezzi in transito

Ancona prende tempo e mantiene il divieto di accesso della auto falconaresi su via Redi per sgravare i problemi del traffico mattutino a Collemarino. Nonostante l’accordo di settembre prevedesse il primo dicembre come primo giorno di riapertura di via Redi ai residenti di Falconara costretti, da metà settembre, a percorrere itinerari alternativi per raggiungere Ancona, l’incontro tra le parti c’è stato solo oggi ed ha prodotto un nulla di fatto. Nella forma. Ancona può dire ai suoi cittadini inferociti che si sta prodigando per risolvere il problema e che, come si legge in una nota congiunta inviata nel tardo pomeriggio di oggi “la disposizione ha prodotto una sensibile diminuzione del traffico locale nelle ore indicate, con benefici  in termine di sicurezza per gli alunni, oltre che una riduzione del tasso di inquinamento”. La sostanza è ben diversa.

I cartelli di divieto sono rimasti sono rimasti ma in assenza di controlli gli automobilisti si sono ripresi la vecchia viabilità d’ufficio. Questa mattina Ancona Today è stata sul posto. Abbiamo contato tra le 7.30 e le 8.30 ben 458 mezzi in transito (tra cui 4 scooter, 1 auto della polizia e 1 ambulanza). Il picco si è registrato tra le 8 e le 8.20. In 20 minuti sono passate 199 vetture. Numeri del tutto simili al periodo pre divieto con le auto che poi, per raggiungere via Flaminia, entrano a Collemarino transitando di fronte alla scuola elementare Alighieri di via Volta. Con le consuete code. A microfoni spenti Ancona avrebbe chiesto a Falconara di pattugliare con i suoi vigili la rotatoria all’incrocio tra le via Emilia, Sardegna e Campania per deviare il traffico. Cosa che Falconara non ha, salvo per pochi giorni, eseguito per mancanza di personale. Di contro Falconara ha chiesto alla vicina dorica di modificare la viabilità di via Ville permettendo alle auto di arrivare alla rotatoria sulla Flaminia (come una volta). L’assessore Foresi avrebbe presentato in giunta un piano di espropri per allargare la parte inferiore di via Ville ma il sindaco Mancinelli non sarebbe favorevole alla spesa.  Anche Brandoni ha il suo bel daffare con varie parti della sua maggioranza in fermento per la questione.

"Altre azioni volte a migliorare ulteriormente la viabilità dell'area sono in via di definizione, compresa la possibilità di ampliare la sede stradale di Via Ville, in territorio anconetano, così come è allo studio la possibilità di realizzare un percorso  perdonale protetto in via Cingolani - senza togliere spazio a viabilità e sosta- che consenta ai ragazzi e ai cittadini tutti  di raggiungere in sicurezza il Palabrasili e il parco degli Ulivi” prosegue la nota.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Redi, Ancona lascia il divieto ma i falconaresi lo snobbano

AnconaToday è in caricamento