menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I disturbi dell'apprendimento, il progetto del Rotary coinvolge oltre 250 alunni

Si è concluso il progetto del Rotary Club di Falconara che ha interessato le scuole dell'infanzia Mongolfiera, Mercantini e Rodari e le elementari Aldo Moro, Leopardi e Alighieri

Ben 251 tra bambini e alunni sottoposti a screening per valutare eventuali disturbi dell'apprendimento per dare modo alle scuole di intervenire con progetti mirati in caso di necessità. Si è concluso il progetto del Rotary Club di Falconara che ha interessato le scuole dell'infanzia Mongolfiera, Mercantini e Rodari e le elementari Aldo Moro, Leopardi e Alighieri con prove di scrittura, lettura e calcolo per scoprire potenziali materie deficitarie. "Si tratta di un progetto rotariano nato nel 2017/2018 – spiega il presidente del Rotary Falconara, Oscar Simoncelli - e questa è la conclusione della prima fase. Ringraziamo i dirigenti scolastici Maria Ambrogini e Pino De Stavola che hanno aderito a questo progetto e siamo contenti come Rotary perché è stato un lavoro di enorme successo. Sentiamo di aver dato un altro contribuoto alla nostra comunità. Abbiamo messo un seme per proseguire questo rapporto anche per la prossima presidenza che sarà affidata a Luciano Maculan, con il quale ci passeremo le consegne il 26 giugno".

Lo screening è stato portato avanti da operatori e specialisti della cooperativa Gammanì di Monte San Vito. Alla serata rotariana dedicata alla relazione finale del progetto erano presenti la presidente Lina Rossi, Luigina Cenci, neuropsichiatra infantile che lo ha diretto, le psicologhe Pamela Appolloni e Irene Di Francescantonio e il logopedista Federico Re. Tutto il lavoro svolto sarà utile per consigliare ai genitori percorsi e interventi mirati ma anche per dare indicazioni utili a docenti e dirigenti scolastici. Il progetto era stato lanciato e illustrato ai genitori lo scorso dicembre. Inizialmente erano previsti screening solo per l'Istituto Comprensivo Galileo Ferraris ma poi l'iniziativa è stata allargata anche all'Istituto Comprensivo Centro andando in pratica a raddoppiare il numero degli alunni coinvolti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento