Cronaca Rione degli archi / Via Guglielmo Marconi

Raid nel distributore, imprenditore rintraccia e blocca i baby vandali

E’ stato il proprietario dei macchinari a rintracciare uno dei ladri poco dopo il furto con danneggiamento. Dopo un acceso diverbio, ha fatto arrivare la pattuglia della polizia. Un filmato inchioda i baby vandali

Un fotogramma delle riprese di videosorveglianza

I vandali danneggiano il distributore automatico e rubano palline di gomma per bambini. Un video mostra chiaramente i giovani che provano anche a rubare bevande e snack da altre apparecchiature, tutte gestite dall’imprenditore Angelo Raptis. E’ stato lui a rintracciare uno dei ladri poco dopo il furto e, dopo un acceso diverbio, ha fatto arrivare una pattuglia della polizia. Il ragazzo, 14enne, è stato effettivamente trovato in possesso delle palline: «Il danno economico è irrisorio- spiega l’imprenditore- ma qui parliamo di un atto vandalico vero e proprio, io quella roba la pago». Non un caso isolato. Tra la scosa estate e l'ultimo inverno, altri distributori della zona sono stati presi d'assalto. 

Secondo la ricostruzione di Raptis, tutto è accaduto nel tardo pomeriggio dello scorso 15 giugno nel chiosco di via Marconi davanti al parcheggio degli Archi: «Io ero a casa, due ragazze che conosco mi hanno detto che avevano visto un gruppo di ragazzi rompere e rubare nei miei distributori- racconta Angelo- sono andato a vedere e ho incontrato effettivamente quattro ragazzi, uno di loro aveva le palline in mano. Mi aveva giurato che quel gruppo non c’entrava niente con i raid e che quelle palline le aveva trovate e inizialmente ci ho creduto, perché mi sembrava strano che ragazzi di 18 anni andassero a rubare delle palline per bambini». Raptis, su suggerimento, è quindi andato verso via la “discesa del gas”, verso cui erano stati visti fuggire altri ragazzi. «C’erano due ragazzi, l’istinto mi ha detto che erano loro. Li ho fermati, uno è scappato e l’altro ha provato a colpirmi». Nel frattempo è arrivata la polizia. Nello zaino del ragazzo, 14enne, c’erano effettivamente le palline del distributore. «Successivamente ho sporto denuncia e ho consegnato alla polizia la chiavetta con il filmato di sorveglianza. Riguardando attentamente quelle immagini, ho visto che anche il primo ragazzo che avevo incontrato era coinvolto nel raid». Oltre al distributore di palline, i vandali hanno cercato di fare razzia anche nei distributori di bevande e snack. Su questi nessun danneggiamento: come si vede nel video, hanno scosso i macchinari e provato a rubare i prodotti infilando la mano nel vano. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid nel distributore, imprenditore rintraccia e blocca i baby vandali

AnconaToday è in caricamento