L'incontro del Rotary
Cronaca

Troppi casi di dislessia, il Rotary Club Ancona-Conero lancia il progetto “A scuola con il sorriso”

Il progetto prevede insegnanti sui banchi di scuola per imparare a distinguere i veri disturbi dell'apprendimento dai falsi allarme

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

Insegnanti sui banchi di scuola per imparare a distinguere i veri disturbi dell'apprendimento degli alunni da quelli erroneamente diagnosticati. Ecco il progetto "A scuola con il sorriso", elaborato dal centro multispecialistico Dsa di Ancona, finanziato dal Rotary Club Ancona - Conero e pronto a sbarcare alla primaria Elia dell'Istituto Comprensivo Posatora – Piano – Archi. Rivolto a circa 40 docenti delle 20 classi del primo biennio, il progetto è stato illustrato ieri pomeriggio ai genitori da Stefano Tucci, presidente del Rotary Club Ancona – Conero,  da Anna Maria Latini, logopedista e presidente del Dsa e da altri specialisti del centro. Presente anche l'assessore alle Politiche Educative, Tiziana Borini. Di che cosa si tratta? Si parte dal presupposto che i disturbi dell'apprendimento, seppur rari – colpiscono il 3% della popolazione scolastica - vengano diagnosticati al 20% degli alunni. "In realtà – ha spiegato la dottoressa Latini – si tratta di difficoltà facilmente superabili con una proposta educativa modellata sulle esigenze dell’allievo.

Purtroppo troppo spesso vengono segnalati come dislessici bambini che in realtà non lo sono, scatenando la corsa a diagnosi inutili e dannose per l’alunno che viene dirottato su percorsi alternativi in quanto considerato portatore di una disabilità che non ha”. Il metodo prende in esame tre aree tematiche: motoria, linguistica e numerica. I docenti saranno formati secondo questa proposta educativa. "Come Rotary – ha sottolineato Tucci – portiamo progetti e iniziative ovunque si riscontrino problemi nella popolazione. Puntiamo molto sui bambini perché sono loro il nostro futuro. Oltre a questo abbiamo promosso anche un progetto per insegnare alle educatrici degli asili nido le manovre di disostruzione. Il soffocamento,  problema spesso sottovalutato, causa il decesso di 50 bambini ogni anno in Italia". Plauso da parte dell'assessore Borini. "Questo –ha  affermato – è un progetto che risponde ai bisogni di bambini, genitori e insegnanti. È stato avviato lo scorso anno in un asilo nido con ottimi risultati. Per aiutare gli allievi in difficoltà spesso è sufficiente potenziare le capacità che i bambini già possiedono. Se si utilizza un approccio mirato e consapevole il  bambino reagisce positivamente. Con il Rotary Club Ancona – Conero c'è una grande collaborazione. Oltre a questo progetto e al corso sulle manovre di disostruzione rivolto alle operatrici dei nido, i soci del Club hanno anche finanziato un percorso casa-scuola al parco Gabbiano di Torrette. Non possiamo che essere grati per la sensibilità e il senso civico dimostrati". Il progetto a "A scuola con il sorriso" si concluderà a fine anno scolastico con la verifica del lavoro svolto e dei progressi degli alunni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi casi di dislessia, il Rotary Club Ancona-Conero lancia il progetto “A scuola con il sorriso”

AnconaToday è in caricamento