Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Prima i diplomi e poi la festa: «Avete conosciuto anche il senso di famiglia e di appartenenza»

La festa al termine di un percorso in cui non si è solo andati a scuola insieme, ma si è vissuti, si è cresciuti, ci si è preparati alla vita

«Ora spiccherete il volo non senza aver conosciuto il senso di famiglia e di appartenenza ad una comunità». Sono queste le parole commosse di Suor Maria agli alunni di quinta elementare e di terza media delle scuole Pie Venerini che ieri si sono diplomati al termine del loro percorso di studi. Al centro della giornata i ragazzi, ai quali sono stati consegnati i riconoscimenti per l’anno scolastico a chi non ha concluso ancora i relativi cicli di istruzione e i diplomi, con il rituale “tocco” da lanciare, ai ragazzi di 5° primaria e terza secondaria di primo grado. Tutto in un contesto familiare dove i più piccini  guardavano con sguardo di ammirazione i più grandi che, una volta terminata la fase istituzionale, hanno condiviso con loro giochi e balli.

I giochi, le risate, gli spruzzi d’acqua, i palloncini. E la torta, certo, quella della festa tenutasi al campo di San Francesco alle Scale. Ma non c’erano solo i ragazzi a festeggiare la fine della scuola e i diplomi. Non solo gli insegnanti a gioire del compimento del loro disegno educativo e didattico. C’erano anche le famiglie insieme a festeggiare, a condividere un cammino che per alcuni è giunto alla fine. Alla cena ecco i moscioli cucinati dai genitori) e lo stoccafisso del ristorante Il Giardino, a testimoniare il legame di questa scuola con il territorio e la sua città.

«Alle suore dispiace quando un terza media va via, perché ha finito il suo percorso con noi, ma al tempo stesso siamo felici di aver dato tutte noi stesse, e di aver preparato i ragazzi agli impegni della vita » ha detto suor Maria Pucciarelli. Ma l’esame di terza media apre anche a nuove esperienze, alla vita. Quelle che i ragazzi sono ansiosi di affrontare, vivere e vincere, perché la fucina di suor Maria è riuscita nel suo intento: crescere per essere sicuri di se stessi, pronti a misurarsi col mondo e le sue sfide, sicuri che il messaggio di altruismo, comprensione e rispetto degli altri è giunto forte e chiaro.      

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima i diplomi e poi la festa: «Avete conosciuto anche il senso di famiglia e di appartenenza»

AnconaToday è in caricamento