Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Diplomatico, ambasciatore, uomo di cultura: muore a 90 anni

Romano di nascita, legato alle Marche per il padre sindaco nell'immediato Dopoguerra. La collaborazione con l'Università e il cordoglio del rettore

Luigi Vittorio Ferraris

Diplomatico, ambasciatore, studioso. È morto a Senigallia, Luigi Vittorio Ferraris, per anni diplomatico all'estero e con importanti incarichi politici. Aveva 90 anni e, pur nato a Roma, era legato alle Marche per via del padre Luigi Angelo che tra il 1947 e il 1948 è stato sindaco di Ostra, ma anche per la collaborazione con il Centro Alti Studi Europei dell'Università Politecnica delle Marche. Nato a Roma nel 1928 si era laureata in giurisprudenza per poi iniziare una lunga carriere diplomatica in giro per il mondo: consolato di Newark, Ambasciate italiane in Turchia, Bulgaria, Venezuela, Polonia, Germania Ovest. Numerosi anche gli incarichi politici presso il Ministero degli Affari Esteri.

«Ferraris - spiega il rettore Sauro Longhi - aveva ricoperto il ruolo di vicepresidente del Centro Alti Studi Europei e nelle diverse occasioni in cui ho avuto modo di incontrarlo ha sempre mostrato attenzione a importanti valori come l'inclusione e l’appartenenza europea.  Ricordando le sue doti umane e professionali a servizio della conoscenza colgo l’occasione per formulare, a nome dell’Università Politecnica delle Marche, le più sentite condoglianze ai suoi familiari». Per Marco Pacetti, presidente del Case «piangiamo un amico oltre che una persona di straordinaria esperienza. Ferraris è stato una persona di grandissima cultura, il più fine degli intellettuali che abbia conosciuto».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diplomatico, ambasciatore, uomo di cultura: muore a 90 anni

AnconaToday è in caricamento