Vertenza Deposito XPO di Osimo: da Regione e azienda ancora nessuna risposta

A oltre 20 giorni da quelle promesse, i lavoratori continuano ad attendere una risposta da parte della Direzione Aziendale e della Regione che reputiamo debba radicalmente cambiare passo nella gestione di questa complicata vertenza

La manifestazione dei sindacati davanti la Regione Marche

Dopo il presidio in piazza del Plebiscito dello scorso 17 giugno, che aveva visto la partecipazione anche del Sindaco Mancinelli e l'interessamento della Prefettura, ancora nessuna convocazione è arrivata alle Organizzazioni Sindacali da parte della Regione Marche.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ricordiamo che il Presidente Ceriscioli e l'Assessore Bravi - si legge in una nota di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil - anche a seguito dello sciopero del 3/06 nella quale vi era stato un incontro con una delegazione del deposito, si erano assunti l'impegno di convocare a strettissimo giro un tavolo con le direzioni aziendali di Conad e le Organizzazioni Sindacali.  A oltre 20 giorni da quelle promesse, i lavoratori continuano ad attendere una risposta da parte della Direzione Aziendale e della Regione che reputiamo debba radicalmente cambiare passo nella gestione di questa complicata vertenza. Preoccupano inoltre le indiscrezioni che giungono nella quale la Regione avrebbe scelto di confrontarsi con le Direzioni Aziendali senza la presenza delle rappresentanza sindacali. Ci aspettiamo a riguardo una smentita da parte dell'Assessorato di competenza. Le OO.SS. ribadiscono, ancora una volta, come sia necessario attivare un ammortizzatore sociale di lungo periodo per permettere di trovare tutte le soluzioni possibili per limitare l'impatto occupazionale. In attesa di risposte, con un magazzino ormai prossimo allo svuotamento, l'assemblea dei lavoratori tornerà a riunirsi lunedi 29 per decidere come proseguire la mobilitazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento