Montemarciano: perseguitava impiegata da dicembre, stalker denunciato

Non bastavano gli innumerevoli sms e le infinite chiamate: il desiderio di controllo era diventato persecuzione, appostamento, molestia continua e infine vera e propria aggressione fisica

Non bastavano gli innumerevoli sms e le infinite chiamate: il desiderio di controllo era diventato persecuzione, appostamento, molestia continua e infine vera e propria aggressione fisica, che si era risolta con lesioni personali refertate dall’ospedale come guaribili in 6 giorni.

È finito l’incubo di una giovane jesina di 32 anni, impiegata, braccata dal mese di dicembre dello scorso anno (ma la denuncia era partita solo a settembre del 2012) dal suo persecutore, U. B., macedone del 1984, operaio, che era arrivato anche a minacciare i familiari della sua “amata”.

Nella giornata di oggi i Carabinieri della Stazione di Montemarciano hanno denunciato all’autorità giudiziaria lo stalker per i reati di atti persecutori, ingiuria e lesioni personali aggravate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento