Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Parco del Conero: denunciate due persone per abusi edilizi e paesaggistici

Sono stati denunciati dalla Forestale i due comproprietari di un terreno in località Monte Colombo in cui, senza autorizzazione, sono stati eseguiti degli sbancamenti e l'apertura di una pista forestale

Sono stati denunciati dal personale del Comando Stazione Forestale A. E., settantenne e F. L., settantasettenne, entrambi anconetani e comproprietari di un terreno in cui, senza autorizzazione, sono stati eseguiti degli sbancamenti di terreno e l’apertura di una pista forestale in località “Monte Colombo” di Ancona, all’interno del Parco Naturale Regionale del Conero.

L’illecito è stato scoperto durante un servizio di pattugliamento a cavallo: i Forestali hanno potuto accertare l’apertura di una nuova pista e lo spostamento della segnaletica apposta dal Parco del Conero indicante l’ “Anello della Pecorara n. 15”.
La nuova pista si sviluppa per una lunghezza di oltre 16 m, è larga circa 2,40 m ed è stata realizzata asportando con l’ausilio di un mezzo meccanico il terreno naturale per un’altezza variabile da 40 a 70 cm.
In più, per collegare tale primo tratto con il vecchio sentiero, è stato realizzato uno sbancamento, per una lunghezza di 32 m ed una larghezza di circa 3 m, asportando terreno per un’altezza degradante fino a 70 cm.

Apertura abusiva di pista forestale Ancona 2-2Non è tutto. Su altre particelle degli stessi proprietari è stato anche realizzato un nuovo tracciato forestale, per una lunghezza di circa 100 m ed una larghezza di circa 3 m, con lo scalzamento delle radici di una pianta di Pino ed è stato riaperto un fosso di scolo delle acque piovane a monte del nuovo percorso. Sul lato a valle, infine, per una lunghezza di oltre 90 m ed una larghezza di circa 8 m, è stato asportato un tratto di macchia mediterranea composta da Ginestra dei carbonai, Leccio e Sanguinella, riportando sulla scarpata il materiale terroso originato dalla ripulitura del fosso.

Non avendo trovato alcun cartello relativo ai lavori gli agenti del Corpo Forestale dello Stato hanno eseguito gli accertamenti documentali presso l’Ente Parco del Conero, dai quali è emerso che i lavori sono stati eseguiti in assenza di autorizzazione: i comproprietari dei terreni sono stati quindi denunciati per abusi edilizi e paesaggistici commessi in area protetta.

“Solo uno dei due indagati sentiti in merito dagli accertatori” ha aggiunto il Comandante Provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Ancona,“ ha ammesso le proprie responsabilità, mentre si sta ancora accertando il coinvolgimento del secondo proprietario”.
Durante il sopralluogo sono stati effettuati rilievi fotografici ed i tratti di pista realizzati sono stati rilevati con appositi strumenti di geolocalizzazione GPS e riportati su ortofotocarta. Tutti gli atti sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica di Ancona.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco del Conero: denunciate due persone per abusi edilizi e paesaggistici

AnconaToday è in caricamento