rotate-mobile
Cronaca

Baby gang e microcriminalità, numeri eloquenti: ventisei denunce in quattro mesi

Il bilancio di tutti gli episodi di cronaca che si sono susseguiti da giugno fino ad oggi nel capoluogo è molto negativo. Sono ventisei le denunce emesse e riguardano tutte dei giovanissimi

Per molti anconetani l’estate 2021 è stata ribattezzata come la stagione delle baby gang. Mai, come negli ultimi mesi, si era verificato un susseguirsi di episodi di cronaca che hanno portato alla ribalta negativa un sottobosco giovanile pronto a sfogarsi con violenza e oppressione, scagliandosi talvolta contro coetanei e talvolta contro adulti.

Da giugno ad oggi, prendendo come riferimento tutti i fatti avvenuti tra le vie del centro storico, di Piazza del Papa, del Passetto ma anche della periferia, sono state ventisei le denunce emesse a cui vanno aggiunti una decina di Daspo urbani spiccati nei confronti di altrettanti giovanissimi che per un lasso di tempo non potranno avvicinarsi ad alcune zone obbligati a rispettare alcune prescrizioni. Una stagione triste che ha finito per danneggiare anche esercenti e cittadini normali che, il più delle volte, si sono trovati loro malgrado nel ruolo di spettatori di un qualcosa che mai avrebbero voluto vedere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baby gang e microcriminalità, numeri eloquenti: ventisei denunce in quattro mesi

AnconaToday è in caricamento