Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca piazza padella

Posatora: giovedì 12 dicembre al via la demolizione del “Palazzaccio”

In occasione del 31esimo anniversario della frana Barducci giovedì 12 dicembre sarà dato il primo colpo di benna per la demolizione del "palazzaccio" a Posatora, edificio simbolo dei danni provocati dalla frana

In occasione del 31 esimo anniversario della frana Barducci giovedì 12 dicembre sarà dato il primo colpo di benna per la demolizione del “palazzaccio” a Posatora, edificio simbolo dei danni provocati dalla frana che nella notte tra il 12 e il 13 dicembre del 1982 distrusse 280 edifici , due ospedali e una facoltà universitaria nei quartieri di Posatora, Borghetto e Palombella.
La demolizione del “palazzaccio” inizierà alle ore 16 alla presenza dell’intera giunta che successivamente (ore 17 al circolo Belvedere) incontrerà in un’assemblea pubblica i residenti di Posatora.

La struttura è abbandonata da 31 anni ed è stata dichiarata da tempo inagibile. Situata nei pressi della chiesa di Santa Maria Liberatrice, in  piazza Padella e dentro al Parco Belvedere, si è progressivamente degradata ed è divenuta, col tempo,  ricovero per sbandati. L'Amministrazione, dopo aver espletato la gara per la sua demolizione, vinta dalla ditta Ronconi. L’intervento ha un costo di 46 mila euro.
Il palazzo, che è di tre piani con soffitta, cantine e seminterrato, verrà sottoposto a demolizione in momenti diversi; il completamento dell’opera è previsto non prima di 25 giorni.

“Un impegno preso con il quartiere, che da decenni aspetta la demolizione del palazzo fatiscente, verrà rispettato – affermano gli assessori alla Protezione civile Stefano Foresi e ai Lavori Pubblici Maurizio Urbinati – e un’area sarà recuperata a nuove funzioni: nello stesso luogo in cui sorge il palazzaccio verrà realizzata infatti una pista polivalente a disposizione dei ragazzi del rione e della città”.

CORTE DEI CONTI. I consiglieri di opposizione hanno presentato una segnalazione alla Corte dei Conti per verificare "se l'attività posta in essere dal Comune di Ancona, abbia rappresentato con atti del passato e concretamente per l'immediato futuro una presumibile irregolarità nella gestione del denaro e del patrimonio pubblico".“

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Posatora: giovedì 12 dicembre al via la demolizione del “Palazzaccio”

AnconaToday è in caricamento