Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Chiaravalle, ci sono 2 nuovi indagati: il loro dna vicino alla scena del crimine

I due non sarebbero direttamente sospettati del delitto ma sono stati iscritti nel registro degli indagati quando meno per dare l’opportunità al pm Paolo Gubinelli di poter effettuare alcuni approfondimenti tecnici

La casa di Sartini

Ci sono altri due indagati per l’omicidio di Giancarlo Sartini, il pensionato di 53 anni massacrato a sprangate in casa nella notte tra il 26 e il 27 dicembre. Dalle analisi dei Ris è emerso come nello stabile del delitto ci fossero anche le loro tracce biologiche. Sono un uomo e una donna, inquilini italiani di Sartini e del sospetto principale: il rumeno di 22 anni N. C., principale indagato rimasto in carcere fino allo scorso settembre quando fu liberato dal Tribunale del Riesame. In particolare tracce del sangue della donna sarebbero state trovate proprio nell’appartamento della vittima, anche se non è da escludere che la traccia ematica possa essere frutto di trasferimento casuale.

I due non sarebbero direttamente sospettati del delitto, ma sono stati iscritti nel registro degli indagati quando meno per dare l’opportunità al pm Paolo Gubinelli di poter effettuare alcuni approfondimenti tecnici. Oggi i due hanno confermato le dichiarazioni rese ai carabinieri nell'ottobre scorso. I Ris hanno trovato il loro dna nello stabile: una traccia biologica dell'uomo è stata riscontrata a casa di N. C. mentre il sangue di lei era davanti alla porta dell'appartamento che occupava con l'ex compagno ed é compatibile con una traccia nella cucina a casa di Sartini. Ma come ci sarebbe finito il loro dna proprio lì? Lui si era recato a casa del 22enne per prendere dell’acqua di cui non era fornito e poi si frequentavano. La ragazza ha riferito di aver avuto una lite violenta con il fidanzato e di essere uscita con il naso sanguinante, lasciando macchie a terra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiaravalle, ci sono 2 nuovi indagati: il loro dna vicino alla scena del crimine

AnconaToday è in caricamento